Venerdi 9 Dicembre

Edwin Moses, “il vento dell’atletica leggera” ed i suoi 400 metri ostacoli

LaPresse

Edwin Moses un innovatore dell’atletica leggera che con le sue falcate riuscì a rivoluzionare i 400 metri ostacoli

Edwin Moses, chi è costui? Edwin Moses nasce il 31 agosto del 1955. E negli anni a cavallo fra il 1976 e il 1987 cambia per sempre il mondo dell’atletica, portando i 400 metri ad ostacoli là dove non erano mai stati. Un decennio indimenticabile. In quegli anni Moses era “il vento” che saltava gli ostacoli, Moses era la gazzella che si faceva gioco del cacciatore, Moses era l’uomo che aveva riformato una specialità. In effetti, vale la pena di parlare di Edwin Moses perché era un innovatore, un visionario, un rivoluzionario. Lui prese i 400 metri ad ostacoli e li rivoltò. Li fece diventare qualcosa di altro, di nuovo, di interessante. Moses fu il primo uomo a riuscire a fare 13 passi tra un ostacolo e l’altro. Invece dei canonici 14. Provate a rivedere qualche sua gara. E divertitevi a contare i suoi passi. Che poi non sono passi. Sono falcate. Che poi non sono falcate. Sono veri e propri “voli”. La sua è una corsa “in levare”. Sembra quasi “sospeso”. Sembra sempre impossibile che riesca a raggiungere e superare l’ostacolo col suo tredicesimo passo. E invece… leggero, passa e va. Per entrare per sempre nella storia dell’atletica.