Venerdi 9 Dicembre

Arrivabene o Arrivamale? Le due facce della stessa medaglia del team principal Ferrari

LaPresse/Photo4

Un terzo posto per Vettel che potrebbe essere un fattore positivo, ma il resto della gara ha visto le Ferrari in sottotono. Arrivabene o Arrivamale?

Ci si potrebbe scherzare, su questo cognome. Ieri, quando la rossa di Vettel è salita sul podio del GP d’Inghilterra, i più accesi fra i tifosi della Ferrari avranno pensato: Arrivabene. Champagne, intervista del pilota tedesco con il driver Frankie Dettori, terzo gradino, gli onori e gli allori del podio. Alla luce del ritornato sole. Arriva bene dunque, questa Ferrari. O almeno così sembrerebbe a chi avesse visto solo l’ultima parte di gara. Il resto della gara infatti ha visto quattro macchine correre insieme un tipo di gara, e le altre a circa 30 secondi di distanza, a correre il “secondo” GP. Le prime quattro auto erano due Mercedes e due Williams. Delle Ferrari nemmeno l’ombra. La rossa non riesce a sfruttare le gomme dure. Servono soluzioni. E in fretta. Altrimenti si rischia di per-correre giri e giri di circuiti validi per la classifica mondiale senza nemmeno entrare di diritto nelle inquadrature importanti. Rimanendo, quindi, ai bordi di una lotta per il mondiale che, viste le premesse e le promesse, sembrava voler regalare bel altro spazio alle fiammanti vetture di Maranello. Arrivamale.