Giovedi 8 Dicembre

Andrea Pirlo: “questo era il momento migliore per andarsene , è una grande sfida”

Andrea Pirlo parla della sua nuova esperienza a New York: oggi la conferenza stampa di presentazione

Prima intervista americana alla Gazzetta dello sport di Andrea Pirlo. “New York – ha detto l’ex centrocampista della Juve – è una città fantastica. Ogni giorno puoi fare qualcosa di diverso“. Dopo i convenevoli, il 36enne di Flero parla della sua decisione di sbarcare negli Stati Uniti: “non ho avuto dubbi: dopo il grande calcio volevo la Mls. La seguivo in tv e mi piaceva. Non mi sono consultato con nessuno. Né Giovinco né altri. Ho deciso e basta. E il fatto di poter giocare a New York ha fatto il resto. Non so se avrei accettato un’altra città. E poi allo stadio c`è aria di festa, mica come da noi“. Avrebbe lasciato la Juventus comunque, anche in caso di vittoria di Champions. “Ci avevo pensato già da un po’ di mesi. Certo, perdere mi ha fatto riflettere di più. Certe partite così importanti difficilmente le avrei rigiocate e dopo aver vinto 4 campionati questo era il momento migliore per andarsene“. Oggi il primo allenamento con la maglia del New York City, la sua nuova squadra e la conferenza stampa di presentazione. Con quali ambizioni arriva negli Usa? “Con quelle di far parte di un progetto importante. È una grande sfida e a me le sfide piacciono. E poi qui si comincia da zero: questa squadra sei mesi fa non esisteva. Un po` come quando sono arrivato alla Juve. In un certo senso eravamo partiti da zero anche lì. Ho fatto quattro stagioni fantastiche, trovato un gruppo vincente che ha portato risultati formidabili”.