Domenica 4 Dicembre

8 Ore di Suzuka: la Yamaha torna alla vittoria dopo 19 anni

La Yamaha R1 di Espargaro, Smith e Nakasuga trionfa nella 8 Ore di Suzuka scardinando la rivale Honda

La nuova Yamaha R1, al suo debutto assoluto nelle competizioni, ha trionfato nella difficile, quanto prestigiosa 8 Ore di Suzuka 2015, facendo così trionfare la Casa di Iwata dopo ben 19 anni di digiuno. I tre piloti Yamaha, Pol Espargaro, Bradley Smith e Katsuyuki Nakasuga, in sella alla R1 sono stati impeccabili, facendo segnare un passo imprendibile dopo la prima parte della competizione.

La gara è stata sicuramente condizionata dal ritiro della Honda CBR del team MuSASHi RT HARC-PRO, avvenuta in seguito alla caduta di Casay Stoner al 26° giro (causata da un probabile blocco dell’acceleratore della moto). Dopo l’incidente del pilota Australiano, la Yamaha R1 ne ha approfittato passando subito al comando e successivamente dominando la corsa con un ritmo imprendibile.

Lo Stop-and-go di 30 secondi commutato a Bradley Smith, per un sorpasso effettuato mentre era in pista la safety car, ha permesso alla Honda del team TSR di guadagnare la prima posizione. Il primo posto della Honda è stato però solo temporaneo, perché prima Smith e in seguito Espargaro sono riusciti a rosicchiare il vantaggio della TSR, fino a quando il pilota spagnolo è riuscito ad effettuare il sorpasso decisivo che si è poi tradotto nella splendida vittoria firmata Yamaha.

La Honda CBR della TSR si quindi piazzata al secondo posto, con un distacco dalla prima posizione pari ad un minuto e diciassette secondi.