Mercoledi 7 Dicembre

Uber: dopo la sentenza dubbi sul futuro del servizio

L’azienda americana sta valutando i possibili scenari futuri dopo la sentenza che ha bloccato il servizio Uber Pop

Dopo il “terremoto” causato dalla sentenza del Tribunale di Milano relativo all’inibizione in Italia di Uber Pop, il servizio di trasporto effettuato da comuni automobilisti, i vertici di Uber stanno valutando i possibili scenari futuri che riguarderanno l’azienda americana nel nostro paese.

Uber ha infatti comunicato che il servizio rimarrà operativo per altri 15 giorni, nonostante la sentenza del Tribunale di Milano abbia ordinato il blocco del servizio Uber Pop e l’eventuale penale di 20 mila euro al giorno nel caso di violazioni. L’Operations&Logistic Manager di Uber, Maurizio Migliori, che gestisce a Milano l’innovativo servizio di trasporti, ha lasciato aperta qualsiasi possibilità sul futuro di Uber Pop in Italia.

Il manager Italiano ha confermato che Uber, dopo aver avviato il proprio ricorso relativo alla sentenza del tribunale del capoluogo lombardo, sta valutando le future mosse del Gruppo nel nostro paese. Secondo Migliori, i servizi innovativi come Uber si devono scontrare con le solite “lobby”, ma nello stesso tempo risultano particolarmente apprezzati dal consumatore e la loro richiesta continua a crescere in modo esponenziale.