Sabato 3 Dicembre

Range Rover Sport a controllo remoto: una “macchina telecomandata” dallo smartphone [FOTO]

Una Range Rover capace di essere telecomandata dall’esterno attraverso un’app che consente di effettuare anovre come se si fosse sull’auto

Un veicolo sperimentale Range Rover Sport a Controllo Remoto dimostra come sia possibile guidare un veicolo dall’esterno, tramite uno smartphone. L’app dello smartphone comprende il controllo dello sterzo, dell’acceleratore e dei freni, oltre alla possibilità di cambiare gamma di velocità. Ciò permetterebbe al pilota  di camminare a fianco del veicolo, alla velocità massima di 4 km/h, per  manovrare con sicurezza in condizioni difficili, o addirittura nel fuoristrada più impegnativo.

gf8a3022_111120Si potrebbe usare lo smartphone per far uscire la vettura da un parcheggio a marcia indietro qualora un altro veicolo fosse così vicino da rendere impossibile l’apertura della portiera;  oppure in fuoristrada, su passaggi complicati, più agevoli da affrontare rimanendo fuori dal veicolo.

I ricercatori stanno attualmente valutando un sistema che effettui la scansione dell’ambiente circostante la vettura e informi il pilota se la manovra può essere effettuata in tutta sicurezza. Ricevuta la conferma da chi guida, la vettura inizia ad avanzare fin dove possibile. Successivamente innesta la retromarcia, azionando al contempo sterzo, acceleratore e freni fino ad arrestarsi nuovamente.  Questa manovra viene ripetuta fin quando il veicolo non  ha completato la conversione.

gf8a2398-1-_111116La vision di Jaguar Land Rover è quella di poter offrire un veicolo che possa essere, a  scelta, autonomo o coinvolgente. Ciò significa che la vettura  sarà in grado di “guidarsi” autonomamente se così si desidera, oppure  di offrire sistemi che possono venir tarati per una guida più coinvolgente e impegnata. La creazione di una vettura capace di funzionare autonomamente in ogni situazione richiede una fusione di sensori con caratteristiche differenti, come radar, LIDAR, telecamere, ultrasuoni, e tecnologia della luce strutturata.   Ognuna di queste è necessaria per permettere il funzionamento di un veicolo autonomo nel mondo reale e per assicurare che vengano sempre prese decisioni sicure ed accurate.