Giovedi 8 Dicembre

Qualifiche Gp di Catalogna, le dichiarazioni dei piloti: dalla felicità di Espargaro all’ottimismo di Valentino

Nel post qualifiche del Motomondiale ecco tute le dichiarazioni dei vari piloti che domani scenderanno in pista a Montmelò

Le qualifiche della Moto Gp di Catalogna sono terminate. Molte sono state le sorprese, tra queste sicuramente emerge anche la bella prestazione del padrone di casa Aleix Espargaro. Con la prima pole da quando fa parte della scuderia Suzuki lo spagnolo esprime così la sua soddisfazione come riporta Gazzetta dello Sport: “essere davanti a tutti in qualifica qui al Montmelò, nella gara di casa è spettacolare, ma la cosa importante è che in gara abbiamo la chance di lottare per il podio. Cercherò di stare nel gruppo di testa e vediamo: il passo avuto nelle Libere-4 è stato consistente e veloce e sono soddisfatto“.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Al secondo posto della griglia di partenza ci sarà il compagno di squadra di Espargaro, cioè Vinales, che parla così: “la moto andava bene, ho trovato il giusto setting, il motore nuovo ci aiuta. Stare davanti a Lorenzo, Rossi e Marquez ti dà motivazioni super, ma adesso sarà importante confermarsi in gara“.

Chi tenterà di insidiare i due piloti della Suzuki domani a Montmelò sarà di certo il pilota della Yamaha Jorge Lorenzo. Lo spagnolo infatti ammette:  “il mio distacco ha una spiegazione semplice: siamo i primi a non avere la gomma extra morbida che ci avrebbe dato mezzo secondo di vantaggio. Però il nostro grande merito è di stare davanti alla Honda, che qui è molto forte: abbiamo messo a punto dei dettagli sulla moto che è veramente a posto e ha un grande ritmo gara. L’ideale sarebbe andare in testa subito e fare il mio ritmo, ma se non dovesse accadere si può anche aspettare e vedere che succede”.

Valentino Rossi dal canto suo, nonostante il settimo posto sulla griglia di partenza sembra essere positivo e dichiara: “sono abbastanza soddisfatto, ma non contento: avrei dovuto fare un decimo meglio per centrare la seconda fila. Chi ha il passo migliore, Lorenzo, Marquez e Pedrosa però è li, poi dovremo vedere come vanno le Suzuki. Il 7° tempo non è da buttare via, ho un buon passo, sono contento per il setting della moto e mettendo a punto le ultime cose posso essere competitivo. Questa è una delle piste peggiori per il degrado della gomma posteriore, la seconda metà di gara farà la differenza: sarà quindi importante stare con i primi fin dal via“.

Andrea-Dovizioso-Ducati-team-MotoGP-Argentina-2014I due piloti della Ducati non sono andati, infine veloci come al solito. Andrea Iannone che partirà 12° ammette: “ho avuto un problema con il cambio alla curva-5 e lì ho perso tempo, ma sono contento del lavoro fatto: nelle Libere-4 ho avuto un buon passo e non siamo messi male. Con una buona partenza possiamo fare una bella gara”.  “Non è stata una brutta qualifica, – dichiara invece Andrea Dovizioso che partirà dalla quinta posizione  – abbiamo migliorato con il gran lavoro fatto: non siamo a postissimo come in altre gare, ma abbastanza vicini. Il punto è che il posteriore cala tanto dopo pochi giri e poi nel T4 perdiamo davvero tanto”.