Domenica 4 Dicembre

Mai nessuno come lui: LeBron James e i “suoi” Cavs

LaPresse/Reuters

Un giocatore di basket capace di cose mirabolanti quasi da solo, LeBron James e il suo inimitabile talento

C’è stato Michael Jordan, che ha trascinato i suoi Bulls di Chicago là dove nessuno pensava. Jordan aveva però accanto allenatori come Phil Jackson e giocatori come Scottie Pippen e Dennis Rodman. C’è stato Earvin Magic Johnson, che ha inventato lo “show-time” a Los Angeles coi suoi Lakers. Ma accanto a lui giocava Kareem Abdul Jabbar e in panchina c’era coach Pat Riley. C’è stato Isiah Thomas che ha guidato i Detroit Pistons a vincere il titolo NBA per due anni di seguito. Ad aiutarlo, però, c’erano “bad boys” del calibro di Dumars e Laimbeer. Ecco quindi che sembra di poter dire a cuore sereno che “come lui nessuno mai”, riferendosi a LeBron James. Questo cestista, questo campione, ma soprattutto questo UOMO si è preso la sua squadra sulle spalle, ha oliato i meccanismi che prima non funzionavano, e anche di fronte a infortuni inaspettati e gravi occorsi ai suoi compagni, ha fatto finta di niente ed è andato a vincere. Contro tutto. Contro tutti. E adesso i Cavs sono avanti 2-1.