Domenica 11 Dicembre

Jaguar Land Rover: allo studio nuove tecnologie per migliorare la sicurezza in auto

Il Gruppo inglese sta sviluppando una serie di ambiziosi progetti che punteranno a migliorare in modo sensibile la sicurezza attiva in auto

La tecnologia sta sempre di più entrando nel settore automotive con lo scopo di migliorare il piacere di guida, la fruibilità delle vetture nella guida di tutti i giorni, ma soprattutto la sicurezza attiva. A tal proposito, il Gruppo Jaguar Land Rover sta concentrando i propri sforzi per sviluppare delle inedite e sofisticate tecnologie che punteranno a diminuire il rischio di incidenti in auto.

Tra i nuovi progetti di ricerca firmati dal Gruppo britannico troviamo quello denominato “Sixth Sense” basato su una sofisticata tecnologia derivata dalla medicina aerospaziale, capace di monitorare il battito cardiaco, la frequenza respiratoria ed i livelli di attività cerebrale del guidatore, rilevando in questo modo eventuali sintomi di stress, affaticamento e perdita di concentrazione che possono trasformarsi in distrazioni fatali o addirittura in un colpo di sonno e causare pericolosi incidenti.

Un’altra interessante ricerca avviata dal Costruttore anglosassone denominata “Mind Sense” si spinge ancora più in la, esplorando il campo della neuropsichiatria. Gli ingegneri della Casa inglese stanno infatti sviluppando un dispositivo elettronico in grado di leggere in modo efficace le onde cerebrali del guidatore, in modo da controllarne lo stato di attenzione e rilevare un’eventuale anomalia (sonnolenza, malore, etc.).

Secondo gli studi, il cervello umano genera continuamente quattro e più tipi di onde cerebrali, a differenti frequenze. Il computer installato sul veicolo dovrebbe quindi essere in grado di monitorare in modo costante quale sia la condizione dominante, stabilendo in questo modo se il pilota è concentrato sulla guida, oppure se risulta distratto, assonnato o abbia altri problemi.

Le novità però non termina qui, Jaguar Land Rover sta infatti studiando come esaminare il benessere del guidatore attraverso uno speciale sensore installato all’interno del sedile, capace di controllare il battito cardiaco, la respirazione e le funzioni vitali della persona che siede dietro il volante. Un’altra chicca è rappresentata dallo Schermo di Infotainment predittivo senza tocco fisico: per evitare eventuali distrazioni al volante causate dall’azionamento dei comandi di bordo, il dispositivo Predictive Infotainment Screen sfrutta delle speciali telecamere capaci di seguire i movimenti delle mani del pilota, in modo da prevedere quale pulsante verrà azionato, in poco parole, roba da fantascienza.