Giovedi 8 Dicembre

Il post carriera di Francesca Schiavone: un futuro da coach

Dopo la sconfitta a Wimbledon contro l’altra italiana Sara Errani, Francesca Schiavone parla del suo post carriera

Wimbledon ieri ha visto disputare al suo primo turno una partita tutta tinta di azzurro. Sara Errani ha affrontato la collega Francesca Schiavone battendola per 2 set a 1. Le due italiane si erano incontrate altre due volte per un pareggio sulla terra il cui ora punteggio parziale è sul 2-1 per la Errani. Subito dopo la partita la Schiavone però ha confessato come riporta Gazzetta dello Sport per la prima volta le sue intenzioni per il futuro che potrebbero essere fuori ai campi da tennis: “perdere è qualcosa con cui fare i conti, oggi succede più spesso di cinque anni fa, ma è un processo naturale che non mi spaventa anche se continua a non piacermi. Di sicuro so che non ho perso competitività, per questo il mio obiettivo è centrare il record di Slam consecutivi, ma anche dopo il 62° il tennis sarà la mia vita e non tradirò le mie caratteristiche di gioco sin tanto che sarò in attività e le trasmetterò cercando di trasferirle anche nel mio post carriera. Proprio in questi giorni sta cominciando il mio futuro: c’è un modo di interpretare e giocare il tennis che ho intenzione di insegnare ai giovani che hanno voglia e talento di lottare”.