Venerdi 9 Dicembre

Dall’Italia all’Argentina in meno di 30 giorni volando in solitaria: l’impresa di Roberto Bisa [VIDEO]

Roberto Bisa si prepara per l’impresa dell’anno: volare in solitaria dall’Italia all’Argentina in meno di 30 giorni

Sono sempre di più le persone, soprattutto gli sportivi, che vogliono oltrepassare i limiti, provare qualcosa che nessuno ha mai provato, o comunque superare dei record “difficilissimi”. Tra questi c’è Roberto Bisa, un aviatore trevigiano di 49 anni. Il pilota è un mestiere un po’ diverso dal calciatore o dal cestista, ma sempre di sport si parla, perchè i piloti di aerei hanno comunque bisogno di allenamento, attenzione, coraggio e tenacia. Inoltre esistono anche varie competizioni di aviazione. Il pilota Bisa però ha deciso di fare la differenza, forse stanco di guidare “semplicemente” il suo aereo, ha deciso di voler tentare un’impresa: volare in solitaria dall’Italia all’Argentina in meno di 30 giorni. Partirà il primo agosto 2015 per un tragitto molto difficile e “tortuoso”: “partirò dall’aeroporto militare di Istrana – ha spiegato ad askanews – andando su per l’Inghilterra, isole Far Oer, Groenlandia, poi scenderò lungo tutta la costa est degli Stati Uniti, per raggiungere la Terra del Fuoco. Poi inversione di marcia e torniamo a casa, per la stessa rotta“.
Tante le insidie durante il viaggio che Roberto dovrà affrontare. Prima tra tutte la consapevolezza di essere completamente solo e di dover attraversare ampi tratti di mare aperto con temperature gelide che non lascerebbero scampo in caso di ammaraggio forzato.”Ci sono 3 tratti mare abbastanza importanti – ha continuato – il primo dall’Islanda alla Groenlandia, sono 700 km di mare molto molto freddo, poi la stessa cosa dalla Groenlandia al Canada e poi da Santa Lucia in Guyana“.
L’aereo che userà il pilota trevigiano è un esemplare di pre-serie, con modifiche ai serbatoi alari per migliorare l’autonomia di volo. Bisa, però, non è nuovo a imprese del genere, nel 2013 sempre in ultraleggero è arrivato dall’Italia in Australia, un volo da 21.126 Km un’impresa iscritta nel Guinnes world record che ora punta a superare, animato dalla sola passione del volo.
Nessuna aspettativa – ha concluso Bisa – solo la voglia di viaggiare e conoscere nuovi posti e provare emozioni che solo quando sono in volo, solo quando faccio queste cose riesco a provare“.