Domenica 11 Dicembre

Coppa America, arte e palloni (2): “Accelerated Footballs”, una rivisitazione del calcio

“Accelerated Footballs”, l’opera d’arte di Gabriel Orozco che impersonifica uni  spirito calcistico rivisitato

In periodo di Copa América proseguiamo la nostra esplorazione dei punti di contatto fra palloni e arte. E lo facciamo sempre in compagnia del messicano Gabriel Orozco, artista messicano, classe 1962. L’opera di Orozco che mostriamo in questo caso si intitola Accelerated Footballs. Sono 250 palloni da calcio: usati, abbandonati, vissuti, giocati, metaforici. Il pallone è usurato ed eroso: dal tempo, dai calci, dalle intemperie. Solo, ma in compagnia di altri come lui, ogni pallone usato sembra qui raccontare la propria storia, mostrando le proprie cicatrici, le proprie trasformazioni, le proprie evoluzioni. Sono palloni che raccontano di partite, di vite, di campi di calcio sparsi in tutto il mondo. Sono la rappresentazione del mondo attraverso lo strumento principe del gioco più comune, più bello e più democratico del mondo: il calcio. Sono palloni che sono atomi. Sono palloni che sono sculture. Sono palloni che sono spazi vitali. Sono i palloni ri-visti da Orozco.