Lunedi 5 Dicembre

Armonia Motomondiale: rivalità nascoste e amicizie ostentate, quanto durerà?

LaPresse/Reuters

Un Motomondiale fatto di tutti amici o rivalità nascoste?

Lorenzo vince e guadagna ancora punti in classifica, riducendo il suo distacco da Valentino, sempre primo, a un minimale -6. Marquez esce di scena anche al Mugello, regalandosi il secondo “zero” che tanto bene non fa, né a lui né alla lotta per il titolo di quest’anno, mentre Pedrosa sembra avere trovato un equilibrio positivo che gli permette di lottare ai vertici. Iannone sale sul podio dopo una gara “monstre” nonostante gli acciacchi fisici, Dovizioso lo guarda con occhi lucidi dai box, ma non sono lacrime di gioia quelle che sgorgano dagli occhi del pilota di Forlimpopoli. Eccola, la situazione del motomondiale, al momento, è questa. Apparentemente piloti, scuderie e team manager sono ancora tutti amici. Intimamente la rivalità è al limite, oltre i livelli di guardia. Se Meregalli, Suppo e Ciabatti non si dicono preoccupati…è perché sanno quello che fanno. Vecchie volpi.