Martedi 6 Dicembre

A Bologna insieme per la tre giorni di ReUniOn con ‘lo spettacolo dello sport’

Una tre giorni intensa quella della ReUniOn che con ‘lo spettacolo dello sport’ caratterizzerà la riunione tra studenti e ex studenti all’Università

Durante la tre giorni di ReUniOn (Bologna, 19-21 giugno), il primo raduno mondiale degli ex studenti dell’Università di Bologna, si parlerà anche di sport e innovazione: sport e spettacolo sono stati catalizzatori dell’innovazione in diverse aree in questi anni, dalle nuove tecnologie ai nuovi prodotti e nuovi processi, al servizio di un numero esponenziale di possibilità, opportunità, scelte.

Se ne parlerà sabato 20 giugno alle 11.00 (Piazza Santo Stefano) nell’ambito dell’incontro Lo spettacolo dello sport: innovare dietro le quinte, con Marco Di Vaio (Bologna Football Club) insieme a personalità del mondo ‘business’ come Stefano Domenicali (Vice President New Business Initiatives Audi AG), Alberto Fraticelli (Head of Marketing and Communication Lotto Sport) e Andrea Zappia (AD Sky Italia).

Sempre sabato 20 giugno alle 10.00 (Piazza Minghetti) si terrà un appuntamento imperdibile per gli appassionati di Formula 1 con l’incontro Terra dei motori: l’ingegneria che corre insieme a Mauro Forghieri, Progettista di auto di F1, Paolo Martinelli, Progettista motori F1 e Resp. Direzione Powertrain Maserati, e l’AD Ducati Motor Holding Claudio Domenicali.

reunionAlle 17.00 di sabato 20 giugno, Ettore Messina, tra gli allenatori italiani di pallacanestro più titolati di tutti i tempi e primo europeo a ricoprire il ruolo di headcoach in NBA, terrà un incontro sulla leadership e l’importanza di un team leader, in squadra come nella vita.
Lo ‘spettacolo dello sport’ continua domenica 21 giugno alle 17.00 ai Giardini Margherita con un derby imperdibile per tutti i ‘cultori’ del basket, insieme alle grandi glorie della pallacanestro come Claudio Coldebella (Virtus) e Corrado Fumagalli (Fortitudo), Alberto Bucci e Renato Villalta.

Cosa è ReUniOn

Sarà un confronto tra chi, formato e partito dalla stessa casa, ha percorso diverse strade e diverse esperienze nel mondo, ma continua a considerare l’Alma Mater luogo di partenza e luogo di ritorno, e pertanto di riflessione sul passato e sul futuro. – spiega il Rettore dell’Università di Bologna Ivano Dionigi – Per questo il benvenuto sarà affidato ai versi di Catullo: ‘Partiti insieme per un lungo viaggio, torniamo a casa per diverse vie’”.

Un’iniziativa che si propone di creare non solo un momento di ritrovo e di festa all’insegna del ricordo e dei ricordi, ma anche un’occasione di riflessione collettiva sulla storia e sulle sfide dell’Alma Mater, quale emblema di tutto ciò che una grande e vitale Università pubblica può apportare al bene del Paese e dei singoli. Oltre 60 appuntamenti dedicati ai diversi saperi e alle diverse discipline animeranno le principali piazze e i luoghi del centro della città felsinea, che per tre giorni si trasforma in un grande palcoscenico pronto ad accogliere i veri protagonisti dell’Università più antica del mondo occidentale, i laureati dell’Alma Mater – compresi quelli insigniti della laurea ad honorem: uomini di cultura, scienza, tecnologia, politica, spettacolo.

Più di 200 gli ospiti confermati che parteciperanno alla manifestazione di giugno per (ri)portare la propria esperienza personale e professionale. ReUniOn sarà una grande ‘festa del sapere e della conoscenza’ ma anche un’occasione unica per le diverse generazioni di ex-studenti dell’Alma Mater per rivivere le emozioni di quegli anni, ritrovare i compagni di corso e di casa, riscoprire i luoghi-chiave della loro vita universitaria: ReUniOn sarà anche l’occasione per costituire l’Associazione degli Alumni dell’Alma Mater, nella convinzione che i laureati dell’Università di Bologna siano i migliori testimoni e ambasciatori dell’Ateneo nel mondo e – perché no? – anche i suoi primi e naturali stakeholder.