Domenica 4 Dicembre

Uber: il tribunale di Milano blocca il servizio Uber Pop in tutta Italia

La popolare app che gestisce il servizio di trasporto effettuato da automobilisti comuni è stata bloccata per concorrenza sleale nei confronti dei Taxi

 

Uber Pop – il servizio di trasporto effettuato da automobilisti comuni, gestito dall’applicazione dell’azienda Uber – è stato messo al bando su tutto il territorio nazionale. A deciderlo è stato il Tribunale di Milano che con un provvedimento cautelare ha vietato in tutta la penisola questo tipo di servizio, perché accusato di far “concorrenza sleale” ai Taxi dotati di regolare licenza per il trasporto pubblico.

La società americana potrà comunque fare ricorso al giudice, ma entro 15 giorni dovrà adeguarsi alle regole del provvedimento, altrimenti scatteranno le sanzioni previste dalla legge. Il provvedimento del tribunale milanese arriva dopo il ricorso cautelare ed urgente per chiedere l’oscuramento della app Uber-Pop e del relativo servizio offerto da parte delle associazioni di categoria locali e nazionali, dei tassisti e dei radiotaxi.

Gli altri servizi di Uber, ovvero UberBlack e UberVan che mettono a disposizione vetture lussuose guidate da autisti professionisti, non risultano interessati dalla decisione delle toghe milanesi.