Domenica 11 Dicembre

Tutti al Mugello per Valentino Rossi, il “tutto esaurito” del GP d’Italia

LaPresse/AP/Antonio Calanni

Al Gp d’Italia del Mugello boom di biglietti venduti ed allestita nuova tribuna da 2 mila posti

Il Gp d’Italia di Motogp che si correrà domenica al Mugello sarà un’edizione da ricordare. Il pubblico italiano ha risposto in massa alla chiamata di Valentino Rossi e dei suoi colleghi, facendo registrare il tutto esaurito al circuito e costringendo gli organizzatori a montare una nuova tribuna da 2000 posti alla curva Materassi.

Il GP d’Italia, dunque sarà all’insegna della passione per la MotoGP e per i suoi eroi, su tutti Rossi che sul tracciato toscano ha scritto importanti pagine della sua storia vincendo nove volte (7 in MotoGP, una in 250 e una in 125). Se il pilota italiano dovesse arrivare al decimo sigillo in Toscana, sarebbe un tassello in più verso la conquista del decimo titolo, ma il Mugello è molto gradito anche ai suoi più temibili avversari.

LaPresse/AP/Antonio Calanni

LaPresse/AP/Antonio Calanni

Uno su tutti è il compagno di squadra Jorge Lorenzo che è andato a segno ben tre volte (dal 2011 al 2013), poi c’è Marc Marquez che è salito sul gradino più alto del podio nel 2014, ma non è da dimenticare nemmeno Dani Pedrosa che ha assaggiato la vittoria al Mugello nel 2010. Oltre a questi temibili rivali, Rossi dovrà guardarsi dalle “rosse” di Borgo Panigale che solo tre settimane fa hanno preparato il GP d’Italia con un test privato al Mugello, facendo segnare tempi decisamente interessanti.

Tra i due piloti ufficiali della marca italiana, si registra un podio di Andrea Dovizioso nel 2010, quando questi giunse terzo in sella alla Honda ufficiale. L’ultima vittoria di una Ducati, invece, risale al 2009, con il talento australiano Casey Stoner che si impose du Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Le Ducati, che saranno in Piazza del Campo a Siena mercoledì 27 per un evento promozionale del GP d’Italia, dunque possono essere della partita, ma per loro, che grazie a una deroga del regolamento possono usare le super soft, rimane l’incognita gomme per la gara.

Lontani dalla lotta per la vittoria, ma in crescita, sono invece le Aprilia di Marco Melandri e Alvaro Bautista che porteranno al Mugello novità di motore e aerodinamica. In particolare sarà presente sulle RS-GP il nuovo cambio seamless che dovrebbe far avvicinare i due piloti ufficiali del marchio di Noale ai primi dieci della classifica, mentre non sono ancora previsti sviluppi per Alex De Angelis che correrà ancora con la ART Aprilia affidata al Team Iodaracing.