Domenica 4 Dicembre

Tennis: Fognini non riesce ad approdare ai quarti

LaPresse/Alfredo Falcone

Viene eliminato anche l’ultimo italiano dagli Internazionali BNL d’Italia: Fognini non accede ai quarti nonostante la bella partita

Fognini, che aveva raggiunto per la prima volta gli ottavi di finale al Foro Italico non è riuscito a ripetersi dopo l’exploit col bulgaro Grigor Dimitrov, n. 11, contro il numero 5 del mondo Tomas Berdych. Ha dato tutto sè stesso Fabio, giocando alla pari contro un grande campione come Berydch. “Vado a casa con l’amaro in bocca, ma vedo il bicchiere mezzo pieno: mi sono ritrovato, è un Fognini di alto livello simile all’anno scorso quando ho ottenuto il mio best ranking. Devo solo continuare a lavorare. Ogni settimana abbiamo un’opportunità e bisogna essere svegli a prenderla quando capita.Parlare adesso brucia, qui a Roma brucia due volte – ammette l’azzurro – ma penso di non dovermi rimproverare nulla: ho dato tutto e c’ho provato fino alla fine. È girata per pochi punti. Esco dal torneo sicuramente a testa alta e con un gran feeling di gioco e con questo straordinario pubblico che mi è stato vicino“. Un pubblico che l’anno scorso, invece, lo fischiò. “Quest’anno per loro solo applausi – dice il ligure –: li ho sentiti tanto vicini, mi hanno aiutato giocato tre ottime partite. Sono molto sincero, l’anno scorso erano completamente diversi, arrivavo in un’epoca in cui ero 15/o al mondo e magari avevano tantissime aspettative, volevano forse vedere un Fognini che spaccasse il mondo. Ma se mi seguono io seguo loro. Io devo metterci del mio, quest’anno l’ho fatto e loro l’hanno notato“. Adesso c’è da preparare al meglio il Roland Garros. “Vado avanti -conclude –, vedo Parigi con grande voglia. Ci arrivo di nuovo in un momento non ottimale ma molto buono con un Fognini che arriva di nuovo in forma, poi può succedere qualsiasi cosa perché in questo sport non dipende solo da te. Ma vedo Parigi con positività“.