Sabato 3 Dicembre

Stress da parcheggio: il posto lo cerca il drone

Negli Stati uniti debutterà un innovativo servizio di parcheggio assistito che sfrutterà l’utilizzo di un drone per individuare i posti liberi

Quante volte ci siamo stressati percorrendo più volte con l’auto l’isolato che circonda la nostra abitazione, alla ricerca disperata di uno spazio dove posteggiare ? Per nostra fortuna, la soluzione ai problemi quotidiani di parcheggio sembra arrivare dalla tecnologia e per l’esattezza da un drone sviluppato appositamente per individuare i posteggi liberi.

Negli Stati Uniti, a partire dal prossimo ottobre, verrà lanciato un innovativo, quanto geniale servizio basato su un’applicazione battezzata “ParkMe Parking” – firmato dall’azienda californiana Park Me – con cui sarà possibile “chiamare” un apposito drone che sorvolerà la nostra zona d’interesse alla ricerca di un parcheggio libero. Una volta individuato, il drone occuperà per noi il posto e invierà sul nostro telefono la sua posizione esatta. In questo modo si eviteranno uniti giri, con un conseguente risparmio di tempo, carburante e soprattutto di “santa pazienza”.

La società americana non ha ancora stabilito quali saranno i prezzi del servizio, ma siamo sicuri che se il costo sarà ragionevole il successo non potrà che essere assicurato.