Venerdi 9 Dicembre

Stephen Curry e il suo infallibile tiro: “come faccio a segnare certi canestri? La risposta è in Dio”

LaPresse/Reuters

Stephen Curry la stella dei Golden State Warriors e il suo famoso gesto tecnico

Il gesto tecnico di Curry potrebbe essere presto oggetto di studio da parte di un gruppo di scienziati. Il tiro di Curry è stato già analizzato in tutto e per tutto da alcuni “doc” del Wall Street Journal, proprio perché l’arma da gioco di S.C. sembra ormai interessare anche al di fuori dei confini della palla a cesto. Stephen è play nei Golden State Warriors, una compagine NBA storica ma finita per molto tempo nell’angolo buio del dimenticatoio.   E oggi risorta grazie alle giocate di Curry. A parte le centinai di tiri che Steph effettua ogni sacrosanto giorno in allenamento, quel che colpisce del gesto atletico di Curry è la naturalità, la velocità d’esecuzione, la bellezza e l’ampiezza delle parabole dettate al pallone, la morbidezza del tiro e la sua estrema precisione, la continuità disarmante con cui centra il canestro, la possibilità di segnare da qualunque parte del campo, la facilità di andare a segno appena gli si lascia un minimo di spazio libero, da 2  o 3 punti non importa. Forse il segreto del “come fa a tirare così” è nascosto proprio nelle parole di Steph: “come faccio a segnare certi canestri? La risposta è in Dio”.