Giovedi 8 Dicembre

Red Hook Criterium: il campionato mondiale di bici senza freni

Correre su una bici senza freni è possibile, esiste anche un campionato mondiale ufficiale di questa disciplina, il Red Hook Criterium

Molti hanno sicuramente provato l’ebbrezza di correre in bici, da bambini, e, magari, di avere problemi con i freni, finendo a terra con un ginocchio sbucciato, o con punti di sutura sul mento. C’è chi invece va, di proposito, su bici senza freni, e disputa anche gare ufficiali a livello internazionale. Proprio così, esiste uno sport in cui si corre in bici senza freni. Questo sport è nato dalle gare illegali organizzate dai bike messanger americani: vinceva chi finiva per primo il percorso riuscendo però a non cadere, difficile data la mancanza di freni nelle bici. Adesso però, queste gare illegali si sono trasformate in un vero e proprio sport, che ha anche un campionato mondiale che si chiama Red Hook Criterium. La prima gara del RHC si è disputata per celebrare il 26esimo compleanno del suo creatore David Trimble. La gara si chiama Red Hook Criterium perchè è nata nel quartiere Red Hook di Brooklyn, nel 2008. Una gara durante la quale non si può mai smettere di pedalare, a causa dello scatto fisso, un particolare meccanismo che fa si che il movimento dei pedali sia solidale sempre con quello della ruota posteriore, e manca la ruota libera. Non si può quindi pedalare all’indietro o smettere di pedalare. Una competizione che sta interessando sempre più appassionati di bici e che si sta espandendo in tutto il mondo: dopo Brooklyn anche Barcellona Milano e Londra hanno la loro RHC.