Lunedi 5 Dicembre

Omicidio stradale: pene severe che possono raggiungere i 18 anni di carcere

Il disegno di legge che comprende l’omicidio stradale passerà al via libera definitiva del Parlamento

Il disegno di legge relativo al nuovo reato di omicidio stradale è stato approvato dalla commissione Giustizia del Senato e approderà presto in Parlamento per il via libero definitivo. Se verrà approvata, la nuova legge imporrà un periodo di reclusione variabile dagli 8 a 12 anni se si provoca la morte mentre si è al volante sotto l’effetto di alcol o droghe, ma se le persone decedute sono più di una la pena sale fino ad un massimo di 18 anni.

Ricordiamo che l’ergastolo della patente non compare nel testo perché giudicato incostituzionale, di conseguenza è stata introdotta una revoca del permesso di guida fino ad un periodo di 15 anni se si uccide una persona, gli anni salgono a 20 se il soggetto era stato già riscontrato positivo all’alcol test, mentre si raggiungono i 30 anni se si stava guidando ubriachi e si era sorpassato il limite di velocità.

Le pene saranno aumentate anche per chi uccide una persona mentre effettua manovre pericolose, anche se è sobrio, mentre le medesime restrizioni  saranno applicate anche in caso di incidente provocato in acqua  che risulti mortale se chi è alla guida dell’imbarcazione naviga ad una velocità superiore del doppio rispetto a quella consentita oppure se percorre zone dove non è consentito navigare