Venerdi 2 Dicembre

Manny Pacquiao tra boxe e politica: “non so se tornerò sul ring”

Il pugile Manny Pacquiao dopo la sconfitta commenta il suo stato d’animo

Non cadrò così in basso. In quasi vent’anni di attività ho avuto una sola regola: ‘Non cercare mai scuse: il vincitore è il vincitore e lo sconfitto è lo sconfitto‘” – così parla Manny Pacquiao come riporta Gazzetta dello Sport a seguito delle polemiche che si sono succedute all’incontro che l’ha visto antagonista di Floyd Mayweather nel match del secolo. Accolto da una folla in estasi a Manila, il più popolare sportivo delle Filippine ha anche in mente di candidarsi alle Presidenziali del suo Paese. Dopo i 500 milioni di dollari incassati dall’ultimo scontro però il pugile sembra avere dei dubbi che lo tormentano: “la folla mi vuole ancora sul ring, – ammette – ma io ora voglio pensare solo a recuperare fisicamente. Non so se tornerò a combattere e quindi neanche chi potrà essere il mio avversario. Per ora non penso neanche a un’eventuale rivincita. E mia moglie vorrebbe che non mi candidassi neanche alla presidenza delle Filippine. Avrò tutto il tempo per pensarci“.