Domenica 4 Dicembre

L’incontro del secolo o un hollywoodiano siparietto? Mayweather vs Pacquiao per soldi

LaPresse/Reuters

L’incontro Mayweather-Pacquiao non ha visto praticare la boxe vera

Se mister Floyd Mayweather e il signor Manny Pacquiao avevano bisogno di qualche soldo in più nei loro conti correnti, bastava lo dicessero. Noi avremmo fatto in modo di rimpinguare le loro casse nella maniera più agevole e comoda per entrambi. Del resto, in questi tempi tecnologici, sarebbero forse bastati un appello accorato e un conseguente numero verde per ottenere il successo monetario desiderato. Così non ci sarebbe stato bisogno di alzarsi alle 5.00 di mattina per assistere a uno spettacolo indecente. Il match del secolo. The Fight. L’incontro che tutti aspettavamo. Finalmente è arrivato il momento! È ora, è qui! Las Vegas. Fanfare. Trombe. Squilli. Poi il nulla. Un sempre sorridente e quasi fastidioso Manny Pacquiao ha mantenuto lo stesso tipo di boxe dal primo all’ultimo secondo del match, e lo ha mantenuto ben consapevole che quel tipo di boxe avrebbe fatto il solletico a quel furbetto di Floyd Mayweather. Così, per ben 12 riprese, si è visto ripetere sempre lo stesso noioso copione: Mayweather ad allungare i jab per tener lontano Pacquiao, Pacquiao che cercava di entrare nella guardia dell’avversario seguendo sempre le stesse mosse. Un incontro imbarazzante. E umiliante per chi pratica la boxe vera, quella delle palestre dove il pugilato è ancora sport, sudore, passione. La prossima volta che avrete bisogno di soldi, cari pugili miliardari che non praticate più da tempo la vera nobile arte, non mettete più in scena questo tipo di hollywoodiano siparietto: mandateci semplicemente gli estremi per il bonifico. Staremo meglio tutti quanti.