Mercoledi 7 Dicembre

Il “work in progress” dei Celtic parte dal post-hipster Kelly Olynik

Un giocatore di basket che nulla ha a che vedere con i suoi colleghi Nba, Kelly Olynik e i suoi Celtic

Kelly Olynik ha un viso davvero particolare. Potrebbe essere un figlio dei fiori che ha sbagliato epoca. Oppure uno talmente “avanti” da portare con disinvoltura un taglio di capelli “post-hipster”. O, ancora, potrebbe essere, almeno a livello di “look”, il figlio segreto di quel centro ribelle di nome Bill Walton. Di certo, Kelly Olynyk non ha nulla, o quasi, di “normale” per essere un giocatore di basket NBA 2015: capello liscio lungo e biondo, fascia fermacapelli, niente barba, niente scritte o disegni sulla pelle. Forse proprio per queste ragioni Olynyk sta facendo parlare di sé. Come giocatore di basket dei Boston Celtics. I Celtics sono in fase di “work in progress”, è risaputo, e pare proprio che il giovane Kelly, forte sotto canestro ma altrettanto forte nel tiro da 3, sia una delle pedine su cui il team di Boston sta puntando maggiormente per l’operazione rinascita. Olynik è un classe 91, è nato a Toronto e respira basket da quando è venuto al mondo. Suo padre è stato allenatore della squadra dell’Università di Toronto per molti anni. Recentemente, intervistato, alla domanda sul “come possono i Celtics tornare grandi”, ha così risposto: “Non c’è nulla di speciale da fare. Occorre solo lavorare duro in palestra, e giorno dopo giorno costruire insieme “il team”.