Sabato 3 Dicembre

I fans contro Pacquiao: chiesti 5 milioni di dollari per truffa

Gli appassionati di boxe delusi da “The Fight” e da Pacquiao chiedono i danni per truffa

Il clamore per l’incontro di pugilato del secolo non è finito sul ring. A distanza di alcuni giorni dal match infatti non si parla d’altro. Pacquiao avrebbe dovuto o non avrebbe dovuto disputare l’incontro con il dolore alla spalla che lo affliggeva? L’altro sfidante, il vincitore Floyd Mayweather, intanto posta su Instagram un messaggio più che eloquente sulla sua pagina: «i vincitori vincono e i perdenti accampano delle scuse». In tutta risposta al miscredente Floyd si diffonde la notizia secondo cui Pacquiao al contrario dovrebbe nel prossimo fine settimana operarsi.
Se ciò fosse confermato allora il pugile filippino non avrebbe dovuto disputare il match. Proprio per questo motivo Stephane Vanel e Kami Rahbaran, due appassionati spettatori di pugilato, hanno presentato contro l’infortunato boxer e il suo entourage una class-action per truffa: “a nome di tutte le persone che hanno acquistato i biglietti dell’incontro, hanno comprato l’evento in pay-per-view o hanno scommesso sul match” e per la quale chiedono oltre 5 milioni di danni. “E’ una causa ridicola e confidiamo che non sarà accolta – ha spiegato ai giornalisti l’avvocato Daniel Petrocelli, che rappresenta la Top Rank come riporta Gazzetta dello Sport – perché ci sono dei documenti che mostrano in modo esplicito i farmaci che stava usando Manny per curare la spalla e di cui l’Usada era perfettamente a conoscenza”.