Sabato 10 Dicembre

Gli Stadi più belli del mondo – L’Estádio Nacional di Brasilia, un impianto sportivo “green” [FOTO]

Lo stadio di Brasilia, l’Estádio Nacional, da regno dei Mondiali 2014 a cattedrale nel deserto

Ritorna come ogni settimana la rubrica “Gli Stadi più belli del mondo”.

Ai Mondiali, per esplicita volontà della Fifa, l’Estádio Nacional Mané Garrincha di Brasilia si è chiamato Estadio Nacional. Poi è tornato a chiamarsi come in origine in memoria del grandissimo campione che in Brasile è ricordato come ‘l’allegria del popolo’ e in tante periferie e favelas è stato più amato perfino di Pelè.

Il nuovo stadio di Brasilia sorge all’interno di un centro polisportivo intitolato ad Ayrton Senna. L’inaugurazione ritardata di maggio 2013, ha inaugurato l’impianto sportivo costato una cifra pari a circa ben 424 milioni contro la previsione iniziale di 230. Il più caro stadio al mondo dopo Wembley. I costi della struttura architettonica hanno catturato l’attenzione dell’opinione pubblica e la critica di molti. L’impianto è stato comunque protagonista della sfida che è valsa il terzo posto ai Mondiali brasiliani dell’anno scorso.

timthumbLe paure che lo stadio divenasse un ‘elefante bianco’ (equivalente brasiliano delle italiane ‘cattedrali nel deserto’) si sono avverate dopo l’evento iridato. Infatti i suoi 70mila posti non sono mai stati riempiti con le partite del Brasilia o della Brasiliense. Proprio per questo l’impianto si è sfruttato per lo più per concerti di rockstar o partite della Selecao.

La notizia che il parcheggio della magnifica struttura architettonica si è trasformato in un parcheggio di autobus, ha fatto breccia nell’opinione pubblica senza però sorprendere nessuno. L’obiettivo sarebbe quello di riuscire a trasformare l’impianto in un’arena multiuso per ospitare eventi come quelle di arti marziali come MMA e UFC che piacciono molto ai brasiliani.

Mettendo da parte le critiche, l’impianto sportivo si presenta con una forma perfettamente rotonda. E’ stato presentato come uno stadio green in quanto utilizza le energie rinnovabili grazie ai pannelli solari posti al di sopra di esso. Le vetrate che lo circondano poi lo rendono anche esteticamente bello e all’ultimo grido. Se non si ricorresse ad un riutilizzo di questa magnifica struttura architettonica, insomma, si andrebbe incontro ad un inaccettabile spreco di denaro e bellezza.