Giovedi 8 Dicembre

Gli Stadi più belli del mondo – La Francia si prepara a Euro2016 con impianti sportivi eco-sostenibili [FOTO]

Stade de Bourdeaux

La Francia si prepara a Euro2016 con stadi volti al futuro, ecosostenibilità e confort le parole d’ordine

Ritorna come ogni settimana la rubrica “Gli Stadi più belli del mondo” che questo venerdì ci regala le meravigliose strutture presenti o ancora in costruzione che la Francia si appresta a concludere per ospitare Euro2016. La Francia, infatti, si prepara a Euro2016 con stadi da capogiro. Un vero e proprio progetto finalizzato alla miglior riuscita dell’Europeo di calcio, ma anche con uno sguardo al futuro che questi super impianti sportivi potranno avere. Un piano realizzato con una progettualità anteriore che guarda all’eco-sostenibilità e al confort. Stadi capienti, ma non troppo. Che possono contenere i tifosi di una squadra, evitando di creare stadi-giganti che per la metà delle partite rimarrebbero mezzi vuoti come in Italia. Una politica anti-gigantismo per gli stadi made in France a favore della bellezza architettonica. Gli impianti sportivi che ospiteranno Euro 2016 hanno una capacità di riempimento che in media sfiora il 75%. Il confronto con l’Italia è spiazzante, come scrive calcioefinanza.it, infatti  la percentuale media degli stadi del Belpaese va dal 60 al 50% tranne in rari casi  come lo Juventus Stadium.

Gli impianti che accoglieranno le partite europee saranno 10 per un totale di 1,6 miliardi di euro spesi per la creazione e la ristrutturazione di essi. Questi dieci splendidi esemplari architettonici sono quattro nuove strutture (Lille, Nizza, Lione e Bordeaux), cinque stadi rinnovati (Marsiglia, Parigi, Saint-Etienne, Lens e Tolosa) e per ultimo lo Stade de France di Saint-Denis che ha richiesto solo piccoli ritocchi. Ecco i nomi dei 10 stadi ospitanti:

  • Stade de Lyon, ancora in costruzione;
  • Bordeaux-Atlantique, anch’esso ancora in costruzione, il progetto dal 2014 è stato realizzato dall’architetto che ha costruito anche l’Allianz Arena di Monaco di Baviera. E’ particolare per la sua sospensione superiore;
  • Pierre Mauroy di Lille, è invece caratteristico per la capacità interna allo stadio di innalzare un palco al centro del campo in modo di trasformare l’impianto sportivo in un’arena;
  • Lo stadio Allianz Riviera di Nizza, firmato dalla compagnia assicurativa;
  • Il Parco dei Principi, che dovrà essere ristrutturato entro il 2015;
  • Il Velodrome di Marsillia, molto simile per il suo aspetto esterno all’Allianz Arena di Monaco di Baviera;
  • Lo Stade Geoffroy-Guichard di Saint-Etienne;
  • Lo Stade Municipal de Toulouse,  che modificherà solo la sua capienza originale;
  • Lo stadio Felix Bollaert-Delelis, qui investimenti in sicurezza, comfort e ospitalità;
  • Lo stadio di Saint Denis, vicino Parigi.