Giovedi 8 Dicembre

Giro, Contador e il cambio di bici. Cipollini lo accusa: “alimenta i sospetti sui motorini”

Alla quinta tappa il ciclista spagnolo, Alberto Contador, ha cambiato la bici a 32 km dall’arrivo

Alberto Contador è maglia rosa alla quinta tappa del Giro d’Italia, ma è già polemica. Nella prima conferenza stampa da protagonista lo spagnolo ha infatti risposto alle illazioni mosse contro di lui e il cambio di bici avvenuto a 32 km dal traguardo.“Gli sviluppi dei materiali ci permettono di usare differenti tipi di tubolari o di cuscinetti, per esempio, ci sono dei tipi che negli ultimi 30-40 chilometri di una tappa danno dei vantaggi”- ammette il ciclista. C’è però chi lo condanna. L’ex vincitore del Giro d’Italia, Mario Cipollini infatti dichiara: “Contador sbaglia a cambiare bici prima della salita, lo fa spesso, così alimenta i sospetti sui motorini (e ha anche aggiunto che alla prossima occasione di questo genere uno come Fabio Aru dovrebbe attaccarlo)”. L’attuale maglia rosa però ha replicato così all’ex ciclista italiano come riporta Gazzetta dello Sport: “Non ci sono due motori, ce ne sono cinque. Scherzi a parte, questa è una barzelletta, un racconto di fantascienza. Per me è esattamente il contrario, è una cosa buona per il ciclismo e non cattiva che ci siano cambi nei materiali come succede per le moto e per le macchine”.