Lunedi 5 Dicembre

Giro, 18^ tappa: due cadute fratturano il gruppo. Mikel Landa rimane indietro, Contador si stacca

LaPresse/Fabio Ferrari

Nella 18^ tappa del Giro d’Italia due cadute stanno condizionando l’andamento della gara. Contador si stacca dagli altri big

Due cadute stanno caratterizzando la 18^ tappa del Giro d’Italia. La prima in cui sono stati coinvolti Damiano Cunego, Roberto Ferrari e una moto. La seconda più importante per la classifica generale, proprio ai piedi della salita del Monte Ologno che ha fatto ritardare Mikel Landa, rimasto fermo per circa 40” e Paolo Tiralongo. Le cadute hanno fratturato il gruppo permettendo ad Alberto Contador di staccarsi dal gruppo dei big.

Per Damiano Cunego la situazione è più grave degli altri. Infatti mentre il resto dei corridori coinvolti riuscirà a terminare la gara, la botta per il ciclista della Nippo-Vini Fantini ha procurato la rottura della clavicola destra. Il corridore è stato portato in ospedale per effettuare le radiografie. Resta da stabilire se la frattura sarà scomposta o composta. Il veronese nella caduta ha colpito anche con al testa, evidenti i segni sul casco e proprio per questo rimarrà per un paio di giorni in osservazione in ospedale.