Lunedi 5 Dicembre

Flop Real, Rafa Nadal: “non è stata la migliore stagione, non abbiamo vinto nulla di importante”

Rafa Nadal approda ai quarti di finale, ma il suo pensiero va alla sua squadra del cuore, il Real Madrid

Sono più che felice. Direi che ho giocato un match quasi perfetto“, così Rafa Nadal commenta la vittoria contro lo statunitense John Isner che gli permette quindi di accedere ai quarti degli Internazionali Bnl d’Italia. “Ho avuto un servizio solido, ho commesso pochi errori gratuiti e sono andato al punto quando ne avevo l’opportunità, ho tirato buoni passanti e fatto buoni recuperi – spiega il tennista spagnolo -. In generale ho giocato bene, così come in 11 degli ultimi 13 match e domani ai quarti ho la possibilità di confermarmi. Devo cercare di raggiungere la semifinale qui che per me sarebbe molto importante“. Anche in vista del Roland Garros. “Quest’anno non posso essere considerato il grande favorito – ammette -, vediamo come sto questa settimana poi pensiamo al Roland Garros“.
Se da una parte è felice per la sua vittoria, dall’altra è rammaricato per l’eliminazione della sua squadra del cuore, il Real Madrid, dalla Champions League: “il Real Madrid ha perso, ma è parte dello sport in generale. Ha avuto buone chance per centrare una finale incredibile per la storia del calcio spagnolo. Non è successo e mi congratulo con la Juve e con il mio amico speciale Llorente e con Morata che ho incontrato qualche volta“. “Quest’anno il Madrid ha perso un’opportunità probabilmente non è stata la migliore stagione possibile perché ha combattuto in tutte le competizioni ma non abbiamo vinto nulla di importante a parte il Mondiale per club. Quando non raggiungi i tuoi obiettivi devi capire i problemi, risolverli e lavorare duro per il futuro“. E ora lo spagnolo, che ha guardato la partita in tv, seguirà anche la finale di Berlino tra i bianconeri e il Barcellona, ma senza parteggiare per nessuno. “Mi godrò il calcio e la partita – conclude il n. 7 del mondo -. Se vince il Barcellona sono contento per alcuni amici che giocano lì, se vince la Juve sono contento per degli amici come Llorente e Morata“.