Sabato 3 Dicembre

Dopo Nassau Bolt vuole la rivincita: obiettivo Mondiali di Pechino e Rio2016

LaPresse/PA

Una sconfitta inaspettata quella maturata dal record man Usain Bolt a Nassau, ma che lui vorrà presto rivendicare

L’uomo più veloce del mondo, Usain Bolt, beffato ai Mondiali di Staffetta di Nassau dai “rivali americani” Tyson e Gay, non parteciperà neanche al Golden Gala del 4 giugno di Atletica a Roma. All’interno del mondo dello sport già c’è chi si domanda: “che fine ha fatto il vero Bolt?”. Il campione però non si scompone e rilascia un’intervista al Corriere della Sera in cui si dichiara di essere al cento per cento nonostante tutto.

“Il 2014 è stata una stagione tranquilla, senza nessun appuntamento di rilievo. Presto, il 26 maggio nei 200 a Ostrava (dove non ho mai perso) e poi il 13 giugno alla Diamond League di New York, dove feci il mio primo record del mondo (9’‘72 nei 100, il 31 maggio 2008, ndr), tornerò in pista su un palcoscenico internazionale. E allora avrete la risposta” – rilancia l’infallibile velocista. “Dopo aver assaggiato i 100 a Copacabana, li ritroverò a New York e Parigi (4 luglio), mentre a Losanna (9 luglio) correrò i 200. Nei prossimi sedici mesi avrò solo due obiettivi in testa: il Mondiale di quest’anno, a Pechino in agosto, e i Giochi olimpici di Rio 2016. Non penso ad altro. Voglio difendere i miei ori e i miei record. Voglio scrivere un altro po’ di storia“.

2015 un anno non proprio impeccabile per il giamaicano che dichiara di aver comunque continuato negli allenamenti: “Molti allenamenti con coach Glen Mills, terapia, lavoro per gli sponsor e un po’ di sane vacanze: è importante ritagliarsi tempo libero e interessi fuori dalla pista. Da questo punto di vista gli amici di Trelawny, casa, sono fondamentali”. Sui suoi rivali poi ammette: “non ho paura di Galtin“, mentre su Tyson Gay ammette sinceramente che ridirebbe la frase su di lui (Se sei scorretto, devi essere buttato fuori dallo sport): “lo ridirei. A Nassau non ero in forma perfetta, al Mondiale mancano più di tre mesi: sapere che ci saranno anche Gatlin e Gay renderà tutto più eccitante“.