Sabato 10 Dicembre

Basket: il rituale di Steph Curry prima di ogni partita [VIDEO]

Steph Curry e il suo rituale prima di ogni partita giocata in casa

Tutti i grandi campioni hanno dei rituali, dei gesti che compiono sempre prima, durante o dopo le loro performance, qualche indumento che indossano sempre o anche qualcosa che mangiano o bevono nelle ore vicine al match. Steph Curry, il cestista americano, protagonista del campionato di NBA, eletto MVP della stagione 2014-2015, davanti a James Harden e LeBron James, ha anche lui un rituale, che compie prima di ogni partita giocata in casa. Niente di stravagante, non indossa indumenti sporchi, elastici o mascherine, non mangia niente di particolare, non impiega 20 minuti solo per allacciare le scarpe in maniera perfettamente maniacale, e non entra nel campo da gioco sempre con lo stesso piede (come spesso fanno i calciatori). Il rituale di Steph Curry è legato alla sua grande passione, il basket, e alle sue grandissimi abilità di giocatore: tira dal tunnel degli spogliatoi, e segna, quasi sempre. Ma come è nato questo rituale? “Circa due anni fa, uno dei nostri addetti al campo (Curtis Jones, addetto alla security della Oracle Arena) mi ha sfidato. Mi ha detto ‘scommettiamo che non riesci a segnare dal tunnel?’ Da quel momento in poi, è diventato una sorta di rituale, che avviene prima delle nostre partite casalinghe. Certo, non la metto sempre dentro, ma quando avviene è un buon segnale per me e per la squadra” ha dichiarato Curry. Capita però che la squadra avversaria si riscalda nel lato del campo dove ci sono i tunnel degli spogliatoi, rendendo difficile il rituale del numero 30 dei Golden State Warriors: “quando la squadra ospite occupa il lato del campo dove c’è il tunnel, vado dall’altra parte dell’arena e provo a fare canestro con un tiro curvo a una mano. Credo e spero che prima o poi ce la farò“.