Venerdi 2 Dicembre

Volley: Busto Arsizio è vice-campione d’Europa

A distanza di 5 anni una squadra italiana si qualifica per la finale della Champions League femminile: una prestazione ottima da parte delle ragazze della Unendo Yamamay Busto Arsizio anche se non sono riuscite a battere in finale la Eczacibasi VitrA Istanbul

Dopo la Foppapedretti Bergamo, che nel 2010 sollevò la sua settima Coppa, è la Unendo Yamamay Busto Arsizio a riportare il tricolore tanto in alto. Le farfalle ammutoliscono la Azoty Arena di Stettino travolgendo per 3-0 il Chemik Police nella prima partita della Final Four. Biancorosse meravigliose e polacche estremamente fallose: se sul primo ingrediente del mix non vi erano dubbi alla vigilia, considerata l’attitudine ‘europea’ delle bustocche, il secondo è del tutto inaspettato. Doppio 3-0 alla Dinamo Mosca nei Play Off 6, 3-0 al Chemik Police in semifinale. Una nuova perla nella storia della Futura Volley, che migliora il risultato di due anni fa: la formazione di Carlo Parisi fu terza all’esordio in Champions League.
222709_DSC_5383-UYBA-CEV-AlemaniLe italiane hanno lottato fino alla fine, senza però riuscire a battere le forti turche che hanno vinto 3-0 conquistando per la prima volta il massimo trofeo continentale. Le ragazze di Carlo Parisi sono comunque soddisfatte, grazie al loro gioco di squadra hanno reso orgogliosi tutti i tifosi e l’Italia intera: una prestazione ottima e un percorso europeo impeccabile, con l’unico crollo in finale. Una Final Four che sicuramente rimarrà nella storia del volley italiano. “Aver raggiunto la finale di Champions League resta un risultato straordinario per la Yamamay e per tutto il movimento pallavolistico italiano di vertice, che ritorna in vetta all’Europa – ha commentato Mauro Fabris, presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile -. E’ la dimostrazione che il nostro Campionato si conferma tra i più competitivi. Nonostante le nostre società dispongano di budget decisamente inferiori a quelli dei club turchi, azeri, russi e anche polacchi, restiamo il punto di riferimento per competenza, passione ed entusiasmo. E anche per l’agonismo che, in A1 come in A2, vediamo ogni settimana sui nostri campi rosa. A nome del Consorzio e mio personale i più sinceri complimenti ai vice-Campioni d’Europa di Busto Arsizio per il fantastico traguardo raggiunto, dopo il terzo posto di due anni fa“.