Lunedi 5 Dicembre

Vettel malinconico: “avrei voluto parlare con Schumacher della Ferrari…”

Schumacher avrebbe senza dubbi potuto dare diverse dritte al neo pilota della Ferrari

La decisione di lasciare la Red Bull e dire sì alla Ferrari è stata “la più difficile” della sua vita. Per questo, Sebastian Vettel avrebbe voluto parlarne con Michael Schumacher. Il driver di Heppenheim lo rivela in un’intervista al Daily Telegraph. Schumi è ancora impegnato in una difficile riabilitazione dopo l’incidente sugli sci del dicembre 2013. Vettel ammette che i suoi preziosi consigli gli sono mancati soprattutto prima del suo passaggio alla Ferrari dopo quattro anni di successi con la Red Bull: “Proprio perché la decisione è stata così difficile, mi sarebbe piaciuto parlare con Michael”, spiega il quattro volte campione del mondo. “Ho parlato con lui di questo molte volte in passato. Alcune volte scherzando, altre in modo serio. Mi è mancato molto tutto ciò, semplicemente perché sapevo che mi avrebbe detto la verità su quello che pensava. L’onestà con cui mi ha dato consigli negli anni è probabilmente la cosa più speciale”, continua il ferrarista. “Lui era sempre molto disponibile e onesto anche su tutto il resto: l’aspetto commerciale della Formula 1, la sua esperienza, le lezioni apprese. Questa è ovviamente la parte che mi manca”.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Il suo sogno ora è riportare la Ferrari al top, come ai tempi di Schumi. La sua avventura a Maranello è iniziata nel migliore dei modi. La vittoria in Malesia nella seconda gara dell’anno è un’iniezione di fiducia e ora nemmeno il Mondiale sembra più un miraggio. “Dobbiamo ricordarci da dove veniamo e che c’è un sacco di lavoro da fare”, sottolinea Vettel. “Ma -aggiunge- se per qualsiasi motivo c’è una possibilità di puntare al Mondiale dobbiamo coglierla”.