Giovedi 8 Dicembre

Uber: la Liguria lo dichiara illegale

La celebre e tanto discussa app che sta rivoluzionando il mondo dei trasporti è stata messa al bando dalla Regione Liguria

Uber, la app per smartphone legata ad un innovativo servizio di trasporto con cui è possibile richiedere un’auto guidata da un automobilista comune (ad un costo più basso rispetto ad una corsa con un taxi), in Italia è al centro dell’attenzione a causa delle proteste sempre più insistenti di tassisti e NCC (noleggio con conducente) che si aggiungono ad una legislazione poco chiara in merito a questa complicata vicenda. L’ultimo “tassello” della storia di Uber legata al nostro paese arriva dalla regione Liguria, dove  lo scorso 25 marzo, in occasione del consiglio regionale, è stata approvata una variazione al bilancio 2015 dove è stata inserita una norma per aggiornare la legge regionale che regola il “trasporto di persone mediante servizi pubblici non di linea”.

Marco Rubio Speech On Innovation At Uber's DC OfficesLa giunta di maggioranza ha quindi approvato la modifica delle legge, dove si prevede che la prenotazione e l’assegnazione dei servizi relativi al trasporto pubblico può essere esercitata solo verso chi possiede una regolare licenza. La prenotazione del trasporto tramite servizio NCC deve invece arrivare all’operatore che si trova nella rimessa indicata. In questo modo, la giunta ligure è riuscita a mettere “KO” il sevizio Uber  – sia nella variante Black che in quella Pop – dichiarandolo di fatto fuorilegge. Ovviamente, coloro i quali continueranno ad offrire i servizi tramite Uber potrebbero  incorrere in pesanti sanzioni per esercizio abusivo della professione.