Martedi 6 Dicembre

Tiger Woods entusiasta: l’ex numero uno competitivo e carico per il Master di Augusta

Tiger Woods crede nelle sue potenzialità e nel duro lavoro fatto negli ultimi mesi

Se avessi sentito di non colpire bene la pallina e che necessitavo di altro tempo non sarei tornato”. L’americano Tiger Woods si è mostrato oggi, “entusiasta” del suo ritorno al golf al Masters di Augusta ed ha assicurato di essere di nuovo ad un livello competitivo nonostante la sua lunga assenza dal green. “Sono entusiasta di essere tornato, di tornare a giocare a questo livello”, a detto l’ex numero uno del mondo, dopo una partita di allenamento che è stata seguita da migliaia di persone all’Augusta National golf Club. “Mi sento come se il mio gioco sia finalmente pronto a competere a questo livello, il più alto livello, e sono entusiasta di essere qui”, ha aggiunto lo statunitense in una conferenza stampa. Woods, vincitore di 14 “major”, ha vinto quattro volte la giacca verde del Masters, l’ultima nel 2005, ma non gareggia ufficialmente da quando ha dovuto ritirarsi, per i suoi problemi alla schiena, dal torneo di San Diego all’inizio di febbraio. Pur essendo precipitato all’111° posto in classifica, lasciando la settimana scorsa la ‘top 100’ per la prima volta dal 1996, Woods è convinto di essere tornato competitivo.

Se avessi sentito di non colpire bene la pallina e che necessitavo di altro tempo non sarei tornato“, ha proseguito lo statunitense.”E’ stato un processo lungo. Dovevo sentire che il mio gioco era tornato a un livello che mi permettesse di giocare per la vittoria. E questa sensazione c’è di nuovo”, ha aggiunto l’americano dopo la pausa di nove settimane. “Ci abbiamo messo un sacco di lavoro e di tempo e ha finalmente ha dato i suoi frutti“, ha proseguito il vincitore di 79 tornei PGA. Più rilassato rispetto al suo periodo di gloria, lo statunitense 39enne ha anche ammesso di “sentirsi più vecchio”. “Questo è sicuro. Stando tutto il giorno con i bambini di sei e sette anni si comincia a sentire”, ha sottolineato riferendosi ai suoi figli. Tuttavia, spera di ritornare alla sua forma migliore. “La concorrenza rimane la stessa. Io cercherò di battere tutti là fuori. Questo non è cambiato. Mi preparo a vincere e spero di riuscire a farlo“. Alla domanda su come sia riuscito a migliorare il loro livello di gioco, lo statunitense ha risposto con un sorriso. “Mi sono rotto il fondoschiena… E’ il modo più semplice per descriverlo. Ho lavorato duramente”, ha detto Woods. “La gente non potrà mai capire quanto lavoro serve per tornare e farlo di nuovo“. Woods, che ha completato appena due tornei da 72 buche da quando è stato operato alla schiena, il 31 marzo dello scorso anno, e dividerà il penultimo gruppo giovedì con Jamie Donaldson e Jimmy Walker.