Giovedi 8 Dicembre

“Terapie” per automobilisti nervosi da Honda e Ford: arrivano le auto anti-stress

Niente più nervosismo arrivano da Honda e Ford le “autovetture anti-stress”, dotate di dispositivi in grado di rendere la guida dei nervosi automobilisti più rilassata e piacevole

Auto e stress. Automobilisti nervosi, in preda a una crisi di nervi. Clacson che suonano. Azzardate manovre. Traffico da metropoli. Situazioni che rendono la vita dei guidatori all’insegna dell’agitazione. Valutando queste dinamiche Honda e Ford propongono ai loro clienti vetture in grado di alleviare la malattia più comune a tutti i “piloti” giornalieri: il “nervosismo da guida”. Lo stress di ogni giorno sarà solo un brutto ricordo. Grazie ai nuovi prototipi di auto che saranno in grado di gestire gli stati di stress dell’autista ed a prevenire eventuali situazioni di pericolo. Honda con il nuovo Suv CR-V ha introdotto il primo cruise control (regolatore di velocità) adattivo, un sistema che reagisce preventivamente alle azioni degli altri automobilisti. Il dispositivo si chiama i-ACC e utilizza una telecamera e un radar a medio raggio che rilevano la posizione degli altri veicoli sulla strada. Il sensore riesce a rilevare costantemente le posizioni degli altri veicoli e la loro distanza rispetto all’auto, così da calcolare poi un algoritmo circa le probabilità che i veicoli nelle corsie vicine possano tagliare la strada o effettuare manovre azzardate, e regola la velocità di conseguenza. Quando il sistema si accorge di un’auto potenzialmente  pericolosa per la nostra guida, automaticamente inizia a rallentare, avvisando il guidatore con l’accensione di una spia sul cruscotto che informa del rallentamento, poi arriva una frenata più vigorosa per mantenere la distanza di sicurezza. Altra novità sarà sulla Ford S-Max. L’auto sarà dotata di un sistema che riconosce i segnali stradali e adatta la velocità in base ai limiti vigenti in quella strada percorsa, utilizzando le informazioni provenienti dalla telecamera anteriore che riconosce i segnali stradali e quelle contenute all’interno delle mappe del navigatore. Il guidatore  dunque non dovrà più preoccuparsi delle manovre pericolose degli altri automobilisti né della segnaletica stradale con il rischio di incorrere in seccanti multe: tutto ciò che gli rimane sarà solo il piacere di guidare la sua auto.