Venerdi 9 Dicembre

Storie di sport: ecco come è nata la maratona

LaPresse/EFE/Manuel Bruque

Il mondo dello sport comprende infinite discipline. Come sono nate? Chi le ha inventate? Ecco la storia della maratona, la gara podistica più famosa del mondo

Correre è un movimento che il corpo umano compie sin da bambini. Ma come è nato lo sport più famoso al mondo che si basa proprio sulla corsa, la maratona? La maratona è nata nell’antica Grecia, quando Milziade, capo degli eserciti di Atene, ha dato il compito a Fidippide di correre dalla città di Maratona fino ad Atene, per annunciare agli ateniesi la vittoria dei greci sui persiani nel 490 a.C. Così Fidippide ha percorso ben 40 km correndo, senza sosta. Arrivato ad Atene ha annunciato: “Nenikékamen (“abbiamo vinto”) ed è morto, a causa dell’eccessivo sforzo. L’idea di trasformare questa “impresa” in una gara ufficiale è venuta a Michel Bréal, amico del fondatore delle Olimpiadi moderne Pierre de Coubertin. Così nel 1896 è stata inserita nei Giochi di Atene, la prima maratona, con un percorso analogo a quello di Fidippide: dal ponte di Maratona allo Stadio Panathinaiko di Atene, per una distanza di 40 km totali.

LaPresse/EFE/Manuel Bruque

LaPresse/EFE/Manuel Bruque

La maratona ha avuto nel corso degli anni diverse variazioni riguardo i chilometri da percorrere, che oscillavano tra i 40 e i 42,75. La distanza definitiva, che ancora oggi si percorre, è di 42,195 chilometri, ed è nata durante le olimpiadi di Londra del 1908 quando, gli organizzatori dell’evento hanno allungato il percorso per porre la linea del traguardo davanti al parco reale.