Sabato 10 Dicembre

Spettacolo tennistico al Foro italico: gli Internazionali d’Italia, un torneo in evoluzione

VINCITORE di 4 trofei agli Internazionali d'Italia Novak Đoković Belgrado, 22 maggio 1987) è un tennista serboÈ l'attuale numero 1 del mondo in singolare nella classifica stilata settimanalmente dall'ATP, posizione mantenuta per un totale di 196 settimane. Considerato uno dei più grandi giocatori della storia del tennis[2][3][4][5] tra il 2000 e il 2015 è il quarto giocatore dietro a Roger Federer, Pete Sampras e Rafael Nadal ad aver raggiunto la doppia cifra negli slam con la vittoria degli US Open 2015Djokovic ha vinto 11 titoli del Grande Slam28 tornei Masters 1000la medaglia di bronzo ai Giochi olimpici di Pechino 2008 e una Coppa Davis con la Serbia. VINCITORE di 4 trofei agli Internazionali d'Italia - 2008 vs Stanislas Wawrinka - 2011 vs Rafael Nadal (ESP) - 2014 vs Rafael Nadal (ESP) 2015 vs Roger Federer (SWI)

Gli Internazionali d’Italia al via il 7 maggio a Roma

Per presentare la 72ª edizione degli Internazionali Bnl d’Italia si è scelto di andare sui sentimenti. Lo slogan della campagna che promuove l’evento è infatti “sognali, vivili, amali”. Un torneo in cui saranno presenti campioni internazionali come Federer, Nadal, Djokovic, ma anche tra le donne Serena Williams e Sharapova. Il Foro italico è pronto ad accogliere i tennisti migliori del mondo.

La prevendita dei biglietti rispetto all’anno scorso è migliorata del 15%, tanto che per l’edizione al via il 7 maggio con le finali previste per domenica 17 al campo Pietrangeli e al Grand Stand è stata aumentata la capienza per circa 2mila posti complessivi in più. Il presidente della Fit, Angelo Binaghi ha espresso soddisfazione per la situazione del torneo italiano, commettando: “Batteremo tutti i record, soprattutto quelli di pubblico, in attesa del regalo di Giovanni (Malagò, ndr), la copertura del Centrale con annesso aumento della capienza. Vogliamo crescere ancora, l’Atp lo sa”. Sulla separazione delle azzurre del doppio Binaghi ha poi aggiunto: “Ma non scordiamoci che di doppiste a livello mondiale ne abbiamo tre. C’è anche Flavia Pennetta. La scelta di giocare insieme è delle ragazze, ma io e il Coni abbiamo lo spirito e l’intenzione di ricomporre la coppia in vista di Rio, con l’obiettivo di portare una medaglia al carniere azzurro“. Binaghi ha infine annunciato i nomi degli italiani e delle italiane a cui è stata assegnata la wild card: Simone Bolelli e Paolo Lorenzi tra gli uomini, Karin Knapp e Francesca Schiavone tra le donne.

Malagò, che ha già aperto un tavolo di lavoro con Comune e Soprintendenza, ha anch’egli ammesso come riporta La Gazzetta dello Sport: “Il Foro Italico è casa mia. L’impianto è il più bello del mondo, ma dobbiamo avere la forza, il coraggio e i soldi per migliorarlo ancora. Il Foro non deve vivere solo nei dieci giorni di torneo, con il beach volley o i concerti. Vorrei un impianto fruibile dal 1° gennaio al 31 dicembre, con 10-11mila posti coperti”.