Sabato 3 Dicembre

Quando il calcio è bellezza: Assane Gnoukouri

LaPresse/Spada

Assane Gnoukouri a soli 18 anni ha stupito San Siro, un’ovazione per lui

In molti, sabato a San Siro, non sapevano bene chi fosse né come si pronunciasse correttamente il suo nome. Tutti, sabato sera, quando è uscito dal campo, si sono alzati per applaudirlo. Lui è Assane Gnoukouri. Ha 18 anni. E non se l’è fatta sotto quando il Mancio gli ha detto: giochi tu. Ha preso posizione a centrocampo e ha dettato passaggi apparentemente semplici ma terribilmente efficaci, ha effettuato stop a seguire con una facilità disarmante, ha bloccato il centrocampo giallorosso quando era il momento senza mai andare fuori tempo. Come diceva Hemingway, la semplicità è una cosa difficile da raggiungere. Gnoukouri sembra averla già trovata, in maniera zen. E la sua semplicità ha battuto ogni forma di razzismo, di ignoranza, di superficialità. Uno stadio intero si è alzato in piedi e ha applaudito un 18 enne. Si chiama sport. Ed è una cosa bellissima.