Venerdi 9 Dicembre

Playoff Nba: Cleveland, Chicago e Golden State inarrestabili: serie sul 3-0

LaPresse/Reuters

Il solito Curry ancora decisivo nel successo di Golden State, Lebron James superlativo

In Nba prosegue a gonfie vele la corsa di Cleveland nei playoff, i Cavaliers stendono al TD Garden di Boston i Celtics 103-95 portandosi sul 3-0 nella serie. Sugli scudi ‘King’ LeBron James autore di 31 punti, 11 rimbalzi e 4 assist in 42 minuti. Parte subito forte la franchigia di coach David Blatt avanti 56-48 a metà gara, vantaggio mantenuto anche negli ultimi due parziali. Domenica nuova sfida a Boston che potrebbe chiudere il discorso qualificazione già in gara quattro. A spingere i Cavs ci pensano anche Kevin Love, 23 punti e 9 rimbalzi, autore del canestro da tre che ha permesso a Cleveland di prendere il largo nell’ultimo quarto 95-92. Delusione in casa Celtics, il più prolifico sotto canestro è Evan Turner con 19 punti, 18 per Avery Bradley, delude invece Isaiah Thomas, solo 5 punti. In campo per 9 minuti anche Gigi Datome autore di due punti. Strappano un successo al secondo overtime, 113-106, i Bulls contro i Bucks. A decidere la sfida del BMO Harris Bradley Center, che porta Chicago sul 3-0 nella serie playoff, Derrick Rose con i suoi 34 punti e Jimmy Butler, 24. Inizio esplosivo di Butler nel secondo overtime che permette ai Bulls di portarsi avanti di 8-0, 109-101, a 2’44 dalla fine, gap che Milwaukee non riuscirà più a recuperare.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Sabato i Bulls proveranno a dare il colpo di grazia in gara quattro a Milwaukee forte del fatto che in Nba mai nessuna squadra è riuscita a rimontare da uno 0-3 nei playoff. Ai Bucks resta la soddisfazione dei 25 punti di Giannis Antetokounmpo e i 18 di Khris Middleton. A un passo dalla vittoria nella sfida playoff anche Golden State che regola 123-119 i Pelicans all’overtime, eroe della serata al Smoothie King Center di New Orleans è Stephen Curry, 40 punti a referto per lui, tra cui una tripla devastante per le speranze dei Pelicans negli ultimi secondi di gara. Un successo soffertissimo per i Warriors sotto 63-52 all’intervallo lungo con un gap che sale a 20 punti sul finale del terzo quarto, 89-69. Dietro a Curry, autore di 6 triple, a suonare la carica per i Warriors ci pensano Klay Thompson, 28 punti. I migliori dei Pelicans sono Anthony Davis, doppia doppia per lui con 29 punti e 15 rimbalzi ma protagonista di un errore a canestro che avrebbe riportato in parità la sfida nei secondi finali dell’incontro, 26 punti per Ryan Anderson.