Mercoledi 7 Dicembre

Motori: continua l’invasione dei cloni provenienti dalla Cina

Aumentano nel paese asiatico le pessime imitazioni delle auto più apprezzate in Europa

La Cina continua ad essere negativamente al centro dell’attenzione del comparto automotive internazionale a causa della costante produzione di cloni delle vetture europee più apprezzate. In occasione del Salone dell’auto elettrica di Shandong sono state infatti presentate vetture che possono essere definite le brutte copie della auto più apprezzate nel Vecchio continente. Tra i nuemrosi cloni presenti alla manifestazione cinese, spicca una copia, anche se in scala ridotta, della Bmw i3, battezzata con il nome di Jinma JMW2200, a cui si aggiunge  la Dexing Jinniu, chiaramente “ispirata” alla Mini, o ancora la Xuanyu Xuanlai che ricorda il frontale dell’apprezzato SUV Jeep Renegade.

Ancora più imbarazzante risulta il prototipo Vidoev che si presenta come l’esatta copia del Volkswagen Maggiolino, mentre al Salone di Shanghai farà “bella mostra di se” la Zotye E01, una citycar elettrica che mescola la fiancata della smart fortwo con alcuni dettagli ispirati alla Bmw i3, a cui si aggiunge il profilo dei fari che ricorda quelli della Range Rover Evoque, mentre il cockpit degli interni richiama quello della Tesla Model S.