Sabato 3 Dicembre

La 63^ edizione della Giraglia Rolex Cup: la regata d’altura più antica del Mediterraneo [FOTO]

Da Sanremo, passando per Saint-Tropez, fino a Genova ecco le tappe della Giraglia Rolex Cup

La stagione europea di Rolex Yachting inizia a metà giugno con la Giraglia Rolex Cup, che include la regata d’altura più antica del Mediterraneo. Questo evento è un tassello importante dell’associazione di Rolex con la vela, e simbolizza i valori nobili dello sport e lo spirito di fair play e bonheur che unisce tutti gli eventi di Rolex Yachting.

Un formato vincente
Nel 2015 la Giraglia Rolex Cup celebra il suo 63° anniversario. Dopo la prima tappa da Sanremo (partenza venerdì 12 giugno), la flotta si raduna nella chic Saint-Tropez per tre giorni di regate costiere (da domenica 14 a martedì 16 giugno) prima dell’evento principale, la regata d’altura di 243 miglia nautiche (partenza mercoledì 17 giugno) verso Genova, con passaggio dallo scoglio della Giraglia.

Storia e cameratismo
La Giraglia Rolex Cup è emersa da umili origini diventando una manifestazione storica di grande livello internazionale, richiamando più di 200 imbarcazioni. L’evento ha sempre attirato un nucleo di velisti dilettanti francesi e italiani, oltre a equipaggi professionisti con barche da regata d’ultima generazione. Questo mix rimane ancor oggi al cuore dell’evento. L’atmosfera in banchina è sempre accogliente e alla fine della regata gli equipaggi sono come vecchi amici, scambiando apertamente le proprie esperienze. La premiazione finale, in cui i vincitori ricevono un orologio Rolex e splendidi trofei in riconoscimento della loro eccellenza sportiva, è un’occasione celebrativa e una vera testimonianza dello spirito dell’evento.

giraglia-rolex-club-nel-vero-spirito-della-vela-_content_photo_2012_06_23504_0_2_photo_gir12ka_6514Scenario magnifico
Saint-Tropez è una destinazione molto amata dai velisti, ed è il luogo ideale per tre giorni di regate costiere e per la partenza della regata d’altura della Giraglia Rolex Cup. Il pittoresco porto e la vivace cittadina offrono agli equipaggi un’atmosfera rilassante e conviviale, e lo sfondo ideale per l’attesissimo Rolex Crew Party.

Amicizia e fraternità
La regata fu ideata nel 1953 in un bistrot di Parigi dai membri dello Yacht Club de France e dall’attuale organizzatore principale dell’evento, lo Yacht Club Italiano (YCI). Da allora la regata si è disputata ogni anno. Gli organizzatori hanno sempre collaborato strettamente. La Société Nautique de Saint-Tropez e lo YCI, entrambi yacht club partner di Rolex, mantengono viva questa tradizione di amicizia e fraternità. La decisione dello scorso anno di finire la regata a Monte Carlo fu presa in linea con lo spirito dell’evento – contributo della YCI per l’inaugurazione della nuova splendida clubhouse dello Yacht Club de Monaco. Come partner di entrambi i club, Rolex era pienamente favorevole a questa dimostrazione di cameratismo, e orgogliosa di far parte di questa importante tappa nella storia della regata. L’arrivo della regata di quest’anno sarà a Genova, sede dello YCI.

Pietra miliare
Il simbolo iconico della Giraglia Rolex Cup è lo scoglio della Giraglia. Come il Fastnet Rock, Stromboli e le Organ Pipes, la Giraglia è diventata un simbolo mitico per i concorrenti. La Giraglia, che appare come una grande roccia con una lunga cresta, è l’estensione settentrionale di Capo Corso, il dito puntato della mano della Corsica. Dista appena un miglio nautico dalla costa dell’isola, misura 600 metri di lunghezza e 50 metri di larghezza e sorge a soli 60 metri sul livello del mare. Per la flotta segnala la metà virtuale della regata.

Record d’iscritti
Rolex collabora con la manifestazione sin dal 1998, e contribuì a far rivivere il successo della regata dopo un periodo difficile. L’evento ha una notevole fama internazionale e negli ultimi dieci anni si è assistito a un aumento della flotta, in particolare degli equipaggi a due e dei solitari, che spingono le proprie risorse al limite. Il record attuale è di 220 partenti, stabilito nel 2010.

Exploit eccellenti
Il record della Giraglia Rolex Cup è stato infranto sette volte nell’illustre storia della manifestazione. L’elenco dei vincitori comprende imbarcazioni storiche di questo sport, tra cui Stella Polare e Benbow, le due versioni di Alfa Romeo di Neville Crichton (vittoriose nel 2003 e nel 2008) e il Maxi di 100 piedi di Igor Simcic Esimit Europa 2, quattro volte vincitore in tempo reale dell’evento, che nel 2012 stabilì quello che sembra essere un tempo record imbattibile di 14 ore, 56 minuti 16 secondi

giraglia-rolex-club-nel-vero-spirito-della-vela-_content_photo_2012_06_23340_0_2_photo_gir12ka_2536Campo aperto
L’attuale campione in carica è lo yacht svizzero Tixwave, uno Swan 42. Tixwave si aggiunge alla lista di equipaggi dilettanti che hanno vinto la regata in tempo compensato su barche a vela per lo più comprese tra 30 e 52 piedi. Sette degli ultimi dieci vincitori della regata sono stati equipaggi composti interamente da velisti non professionisti. “E’ stato molto speciale disputare la Giraglia Rolex Cup quest’anno, perché fu esattamente 40 anni fa che partecipai alla mia prima Giraglia,” ha spiegato lo skipper di Tixwave Bernard Vananty dopo la vittoria dello scorso anno. “Avevo 18/19 anni. Era molto ventoso, avevamo una barca prototipo e non riuscimmo a finire la regata. L’anno scorso siamo tornati e abbiamo finito secondi assoluti e quest’anno abbiamo vinto!” La storia di Vananty è tipica e la sua vittoria dimostra la persistenza dei concorrenti, oltre a catturare il fascino senza tempo di questa regata tra le varie generazioni.

Aspettatevi l’inaspettato
Competere nella Giraglia Rolex Cup non richiede lo stesso livello di risorse o di resistenza come una regata di 600 miglia nautiche, ma la competizione è intensa e la flotta deve spesso affrontare condizioni brutali. La maggior parte degli equipaggi mira a finire la regata in una finestra di 24-48 ore, quindi i sistemi di turni utilizzati nelle regate più lunghe sono spesso ignorati e la Giraglia diventa un’esperienza massacrante, in cui devi rimanere sveglio in qualsiasi condizione – calma o tempesta; nel 1998 solo cinque yacht su 78 completarono la regata a causa di una quasi totale assenza di vento.

Arrivi combattuti
Dato il percorso relativamente breve, nella Giraglia Rolex Cup la flotta rimane più compatta rispetto ad altre regate d’altura; gli equipaggi rivali sono spesso vicini tra loro e navigano a vista, e questo crea duelli tattici interessanti. Alcuni degli arrivi nella storia della regata furono notoriamente combattuti, in particolare nel 2005, quando Black Dragon superò Magic Carpet a soli 300 metri dal traguardo di Genova, registrando alla fine un minuto di vantaggio.