Domenica 4 Dicembre

Il “cuore matto” di Michael durante la partita e all’ospedale c’è… l’arbitro!

Dopo l’esperienza negativa l’amicizia tra i due protagonisti: Michael Bonalumi sostenuto dall’arbitro che stava arbitrando la partita in cui il giovane calciatore ha accusato il malore

Una squadra di calcio giovanile milanese, una partita tra la Nuova Bolgiano e il Calvairate, un malore e un arbitro premuroso. Questo lo scenario di una storia che ha del commovente. Durante una partita tra le due squadre, infatti, tra un gol, un fallo e una finta succede quello che mai dovrebbe accadere. Un giovane calciatore, Michael Bonalumi, centrocampista della Nuova Bolgiano si accascia a terra. Nessun fallo su di lui, ma un grave malore. Subito l’allarme. I compagni preoccupati, l’allenatore in allarme e sugli spalti il panico. Michael non si alza da terra. Il trasporto in ospedale è quasi immediato e per fortuna dopo vari accertamenti la giovane promessa milanese si riprende. Michael non potrà più giocare a pallone, ha problemi al cuore. Prima ancora del triste responso, prima dell’arrivo di parenti ed amici, un punto fermo c’è però accanto al giovane calciatore: l’arbitro che stava arbitrando la partita. Sergio Casamassima, della sezione di Lodi, infatti è stato il primo a fare visita allo sfortunato ragazzo colpito dal malore. Dispiaciuto per quanto successo infatti Sergio prima rimane in sala d’attesa in apprensione e poi raggiunge Michael con il quale ci sono le promesse per coltivare una bella e lunga amicizia.