Giovedi 8 Dicembre

La top 5 dei calciatori più odiati dai tifosi italiani: gli antipatici del mondo del pallone

La classifica dei 5 calciatori più odiati dai tifosi italiani, da Suarez a Busquets: campioni (non) di simpatia

Le relazioni tra tifo e calciatori sono più controverse delle peggiori storie d’amore. Il giorno prima li acclamano il giorno dopo li fischiano. E’ questa la sorte toccata a più di un calciatore alle prese con le simpatia-antipatia dei propri tifosi. Se segnano sono amati, contese le magliette con impresso il loro nome e pagati a peso d’oro i loro autografi. Se peccano di egoismo o le cose in campionato vanno male capita anche che le magliette gettate alla tifoseria dopo la partita vengano rispedite al mittente. Alcuni calciatori dal canto loro non fanno nulla per essere amati, anzi. Simulazioni, presunzione e menefreghismo. “Altro che spirito di squadra”. Ai tifosi non rimane che disprezzarli.

Ecco chi sono i 5 giocatori più odiati dai tifosi italiani. 

  1. Come potrebbe non essere lui? Il “signor Dracula del calcio”. Colui che non calcia, ma morde. Mister Luis Suárez. I suoi denti sono leggenda, ma dopo il morso inferto a Giorgio Chiellini durante il match Uruguay-Italia dei Mondiali brasiliani si è meritato il primo posto dei calciatori più odiati dal popolo italiano. Visto com’è andata a finire la “memorabile” partita, la sua mancata espulsione e la sua simulazione post-morso hanno calamitato ancor di più su di lui tutti gli spergiuri made in Italy.
  2. Luis-Suarez-y-Chiellini-se-las_54410389685_54115221154_600_396Più che degnamente il secondo posto è ampiamente meritato da Mario Balotelli. L’ex Milan e l’ex Inter non ha lasciato un bel ricordo nelle squadre in cui ha militato. Le sue scorribande alternate alle sempre meno frequenti buone prestazioni lo hanno fatto scartare dalle rose di squadre importanti. Oltre l’Italia anche il Manchester City è stato quasi costretto a cederlo. La giovane promessa del calcio italiano si è trasformato sempre di più nell’ombra di se stesso. E’ tanto antipatico che per le sue bravate è stato coniato un nuovo esclusivo temine: le balotellate!
  3. balotelli liverpool 0123Il terzo posto è occupato dal non simpaticissimo Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese campione indiscusso con i piedi lo è altrettanto nel lanciare battutine al vetriolo. Ultima quella in cui lancia epiteti contro la Francia. Il calciatore del Psg inoltre per aver militato un po’ qui un po’ lì si è meritato l’appellativo di “mercenario”. Dopo aver lasciato al volo la Juventus in odor di B, l’antipatico talento infatti ha abbandonato prima una milanese, poi un’altra, oltre che il Barcellona alla ricerca smaniosa di una Champions che ancora non è arrivata.
  4. Paris Saint Germain-Dinamo Kiev Champions LeagueUn antipatico campione totalmente italiano è poi Antonio Cassano. Il barese, nonostante le sue battute simpatiche, non è il beniamino di molte tifoserie italiane. La causa? Prima di abbandonare tutte le squadre che ha lasciato, ha accesso e rinfocolato grosse polemiche. Roma, Real Madrid, Sampdoria, Milan, Inter e per ultimo il Parma. Squadre lasciate e ripudiate. Per la serie non “non si sputa nel piatto dove si mangia”.

    LaPresse/Spada

    LaPresse/Spada

  5. Sergio Busquets, la fama lo precede. Nonostante non abbia mai giocato in Italia il calciatore del Barcellona è “il simulatore”. Se perdesse il posto nel calcio avrebbe una carriera sfavillante nel cinema. L’attore (ops) calciatore spagnolo ha dato dimostrazione delle sue doti da attore in Italia in occasione di un intervento di Thiago Motta ai tempi dell’Inter di Mourinho. Questa fama lo rende uno dei bersagli preferiti dei tifosi del Real durante il classico.

1599395227-sergio-busquets-2eef