Giovedi 8 Dicembre

E’ Valentino vs Dovizioso “sul ring”: seconda ripresa

LaPresse/Reuters

Valentino e Dovizioso non si sono mai piaciuti, l’ennesimo esempio di ciò ieri ad Austin

A Valentino, si sa, perdere non piace. E a Valentino, si sa, grazie al suo pedigree, vengono concesse in gara  “licenze poetiche” che ad altri verrebbero come sanzionate come penalità. La “botta” a Gibernau, il “fuoripista” con Stoner, le “sportellate” al giovane Lorenzo. Tutti episodi che, se visti con gli occhi di un pilota che non si chiama Valentino, avrebbero sicuramente visto altri finali. E ieri Vale ci è ricaduto. Vedere la Ducati che con lui era “ferma” andare così veloce da stargli davanti, non deve fargli piacere. Sapere che su quella Ducati c’è “il Dovi”, pilota da lui mai amato, deve rodergli ancor più. Ecco quindi che ieri è andata in onda la seconda ripresa del match fra Vale e Dovi. Un match pericoloso. Dai colpi duri, a volte bassi. Non a caso ieri nel dopogara Dovi ha detto, commentando una staccata del Dottore: “va bene l’aggressività, ma così è un po’ troppo”.