Martedi 6 Dicembre

Beatrice Vio, la storia della rinascita della giovane schermitrice dopo la meningite [FOTO]

La vita a volte decide di essere crudele e metterti alla prova, e, quando meno te l’aspetti, ti ritrovi a dover affrontare situazioni difficili, che però con forza e coraggio possono essere superate, come nel caso della schermitrice Beatrice Vio

Beatrice Vio è una ragazza di 17 anni, la cui vita ha deciso di essere crudele, ma con la forza tipica di tutti gli adolescenti e l’aiuto dei parenti “Bebe”, così è chiamata, adesso vive una vita piena di gioie, di felicità e di vittorie! E’ nata il 4 marzo 1997 Bebe, a Venezia. La sua vita è stata dedicata sin da subito allo sport: all’età di 5 anni e mezzo ha iniziato a praticare scherma, ma all’età di 11 anni qualcosa è cambiato, e Beatrice non ha potuto più fare le cose che tanto amava: andare a scuola, allenarsi e frequentare gli scout. Nel 2008 viene colpita da una meningite fulminante, che le ha causato una necrosi a gambe ed avambracci e una infezione in tutto il corpo. A causa della necrosi, Beatrice si è dovuta sottoporre all’amputazione degli arti. La giovane però non si è data per vinta, e seguita dai familiari e da medici molto competenti ha inziato immediatamente a fare riabilitazione per tornare in pista più forte di prima! Si è dovuta abituare ad una nuova vita Beatrice, una vita sulla sedia a rotelle, e una vita di protesi, ma non si è data per vinta, ha lottato, sempre col sorriso, riuscendo ad ottenere risultati eccezionali: nel 2011 campionessa italiana under-20, nel 2012 e nel 2013 campionessa italiana assoluta, nel 2014 è campionessa europea di scherma individuale e a squadre e, per la categoria mondiale di scherma under-17. La vita di Bebe è piena di impegni, oltre lo sport, infatti Beatrice è impegnata nella lotta per promuovere lo sport per disabili, è testimonial dell’associazione Art4Sport che crede nello sport come terapia fisica e psicologica per bambini e ragazzi con amputazioni di arto. Inoltre Bebe vuole mandare il messaggio che lo sport è vita, da’ forza e tanto coraggio, ed è un ottimo alleato per risollevarsi da situazioni difficili.
Adesso Beatrice è diventata ambasciatrice di Expo Milano 2015, ed è convinta che l’Esposizione Universale potrà far riflettere su argomenti di stretta attualità per il futuro del pianeta: “spero che Expo Milano 2015 possa portare ad un deciso cambio di mentalità nell’affrontare questioni delicate come il nutrimento e lo spreco di cibo. È necessaria una nuova sensibilità collettiva in merito alla sostenibilità, al riciclo e alla possibilità di garantire cibo sano e sufficiente per tutti“.