Venerdi 2 Dicembre

Assegnati gli “Oscar del calcio”: And the Winner Is…

LaPresse

A chi andrebbero le statuette del calcio? Lo svela un’indagine di William Hill. L’Italia si aggiudica la maggior parte dei premi!

Anche quest’anno Hollywood ha incoronato le migliori opere del cinema internazionale. Ma, se la performance di Michael Keaton in Birdman non è passata inosservata, a chi verrebbero consegnate le ambite statuette per le migliori performance calcistiche? Insieme ai propri tifosi, William Hill, il più autorevole operatore britannico di scommesse sportive online, si è divertito a immaginare il Red Carpet del calcio: a chi saranno stati assegnati gli Oscar del calcio?

Certo, c’è chi sul tappeto rosso – quello vero – ci va lo stesso: star del pallone come Cristiano Ronaldo o David Beckham si sono sempre date appuntamento, oltre che in campo, anche sulla passerella più mondana dell’anno. Ma un Alessandro del Piero o un Pierluigi Collina, li avreste mai immaginati solcare l’ambita passerella?

I tifosi italiani evidentemente sì, lo dimostra l’indagine condotta da William Hill. E allora non resta che scoprire chi sono stati i vincitori!

And the Winner Is…

·         Migliore squadra

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

L’Oscar alla Migliore squadra della storia va… al Real Madrid: così ha stabilito il 56% degli intervistati che hanno, invece, assegnato il posto di seconde classificate – a pari merito con un 10% dei voti – ad AC Milan e Barcellona. Una sfida all’ultimo sangue tra italiane e spagnole dunque, se si pensa che a completare i tre gradini del podio l’attuale capolista, Juventus (9%).

·         Miglior allenatore

L’Oscar al Migliore allenatore della storia va a… Carlo Ancelotti: il premio non poteva che andare al coach della migliore squadra! E se il Carletto nazionale si aggiudica il primo gradino del podio con un deciso consenso pari al 47% dei voti, è in buona compagnia con José Mourinho (31%) al secondo posto e Pepp Guardiola (14%) terzo classificato.

·         Miglior arbitro

L’Oscar al Migliore arbitro della storia va a… Pierluigi Collina: un nome che sembra davvero mettere d’accordo tutti (74,8%), se si pensa che Howard Webb, il secondo classificato, segue a quota 14%! Terzo posto per un altro italiano, l’amato Nicola Rizzoli (8%) che il 13 luglio 2014 ha diretto la finale dei Mondiali tra Germania e Argentina.

·         Miglior goal

L’Oscar al Migliore goal della storia va a… Maradona: e a chi altri poteva andare? Non esiste tifoso sulla Terra che non ricordi il suo leggendario goal contro l’Inghilterra nei quarti di finale dei Mondiali del Messico nel 1986. 44% la quota di voti per El Pibe de Oro, seguito a pari merito da Zidane, per il suo goal in Real Madrid- Bayer Leverkusen 2002 e dal rossonero Van Basten che ha impallinato il Goteborg nella finale di Champions del 1992, entrambi con il 13% dei voti. Terzo classificato non poteva mancare l’italiano Grosso che con il suo celebre goal sbloccò il risultato al 119° minuto su assist di Pirlo nella semifinale dei Mondiali 2006 contro la Germania (10%), portando l’Italia alla vittoria

·         Miglior parata

LaPresse

LaPresse

L’Oscar alla Migliore parata della storia va a… Gigi Buffon: il capitano azzurro si è meritato la statuetta con il 56% dei voti grazie alla memorabile parata su Zinedine Zidane nella finale dei Mondiali 2006, tra tutte le imprese del portiere bianconero la più decisiva. Lo seguono con netto distacco il tedesco Manuel Neuer (15%) per le sue performance durante la finale contro l’Argentina nei Mondiali 2014 e il danese Peter Schmeichel (13%) per le indimenticabili parate durante Euro ‘92.

·         Migliore maglia

Un deciso testa a testa che si conclude con un parimerito. A contendersi l’Oscar per la Migliore Maglia ci sono AC Milan, Barcellona e Manchester United, tutte e tre con il 19% delle preferenze. Evidentemente il Milan Type, il nuovo font ufficiale per le divise del club rossonero, ha riscosso il successo sperato dai designer!

·         Migliore WAG (moglie o fidanzata)

L’Oscar alla Migliore WAG va a… Ilary Blasi! Tra tutte le spose, fidanzate e compagne, attuali o ex, è la moglie del Pupone a conquistarsi la meritata statuetta con il 23% dei voti, sbaragliando le avversarie più giovani e gettonate sulla scena internazionale. Nelle preferenze dei tifosi italiani, la bella Iena supera di un punto percentuale persino la top model russa Irina Shayk (22%), che ha detto addio al tre volte Pallone d’Oro Cristiano Ronaldo lo scorso gennaio ma che, con un ex fidanzato così ricercato, rimarrà per sempre nella costellazione delle WAG. Sarà forse una questione di patriottismo, ma sul terzo gradino del podio sale un’altra italiana, l’ex velina Melissa Satta (14%), che dal 2011 fa coppia con Kevin-Prince Boateng, dal quale ha avuto il piccolo Maddox.

Solo il 2% delle preferenze, invece, per il fenomeno social dell’anno Wanda Nara, due volte WAG con l’ex marito Maxi Lopez e l’attuale sposo Mauro Icardi: i tifosi italiani sembrano non apprezzare i cambi di maglia!

·         Miglior motto

george bestL’Oscar al Miglior motto di tutti i tempi va a… George Best. Nonostante la fama guadagnata da Ibra grazie alle sue popolari dichiarazioni di onnipotenza, è la leggenda del calcio nordirlandese a ottenere il tifo maggiore: con il 18% delle preferenze, l’Oscar va al suo celebre testamento filosofico: “Ho speso gran parte dei miei soldi per auto, donne e alcool. Il resto l’ho sperperato”.

Al secondo posto il codino più famoso d’Italia, che ai tempi non era quello di Palacio, ma quello di Roberto Baggio (16%), eletto dalla FIFA il miglior numero 10 della storia del calcio: “Meglio far correre la palla, lei non suda”, è la sua citazione premiata.

Con il 13% dei voti si piazza sul terzo gradino del podio l’altro numero 10. il bianconero più amato di tutti i tempi, Alessandro del Piero che, con la modestia che l’ha sempre caratterizzato, affermava: “Il goal più bello che abbia mai fatto? Quello che deve ancora venire!”

“È stato molto divertente sfidare i nostri utenti a nominare i vincitori degli Oscar del calcio”, afferma Roby Salvadori, Country Manager, William Hill. “A parte alcune eccezioni, ci ha fatto piacere riscontrare che il cuore del tifoso italiano batte ancora per il calcio tricolore. Certo, l’Oscar alla migliore squadra questa volta è andato al Real Madrid, e questo non può servire che di incoraggiamento ai team italiani a fare sempre meglio. Nonostante la nostra forte matrice anglosassone, poter conoscere sempre meglio i gusti dei nostri utenti ci aiuta, ogni giorno di più, a fornire risposte e servizi puntuali per assicurare un divertimento garantito.”