Domenica 11 Dicembre

Tears&Fears nei motori: Vettel e Valentino, si commuovono e fanno commuovere

LaPresse/Reuters

Anni di noia tra Formula Uno e Moto GP sono stati ieri riscattati

Che bello piangere di gioia! Era da un po’ che non lo si faceva. Ieri è successo più volte. Grazie allo sport, ai motori, ai piloti e ai fan sparsi in tutto il mondo. Quando le lacrime arrivano, arrivano. Non c’è preavviso. È questo il bello delle lacrime: sgorgano! Non avvertono: e così ti ritrovi “nudo” di fronte alle tue emozioni,  nudo davanti a tutti. Così è successo al quattro volte campione del mondo Vettel, che ieri dopo aver tagliato il traguardo da vincitore è scoppiato in lacrime come un bimbetto che ha appena vinto la sua prima garetta. Così è successo a Valentino Rossi, che sull’onda dell’emozione e con gli occhi ben lucidi ha confidato alle telecamere che quella di ieri è stata una delle sue più belle vittorie in assoluto. E così, con gli occhi gonfi di lacrime, si sono ritrovati anche molti spettatori, finalmente emozionati dopo tanti (forse troppi) anni di noia.