Giovedi 8 Dicembre

Sliding doors: ecco come il “fato” ha deciso la partita della Fiorentina

LaPresse/Alfredo Falcone

Babacar s’infortuna ed entra Salah, destino? La partita cambia e il giocatore viola segna

Puoi preparare le partite con allenamenti infiniti, schemi algebrici e trovate geniali. Puoi studiare e analizzare alla lavagna i punti forti dell’avversario e preparare adeguate e astute contromosse. Puoi far vedere ai tuoi giocatori le immagini delle ultime partite dei tuoi rivali per mostrar loro al rallentatore come comportarsi nelle diverse situazioni. Poi però quello che conta è l’attimo: fuggente, vincente, perdente. Ieri sera a San Siro, per esempio, Inter – Fiorentina si era quasi addormentata. Le due squadre si confrontavano dando l’impressione di non volersi far male. Quando ecco che al 43’ Babacar si accascia per la seconda volta sul terreno di gioco. E viene sostituito. Per i viola entra in campo Salah. Troppo veloce per la difesa dell’Inter. E il gioco è fatto. Carpe Diem.